Trentino Cup: gli azzurri superano anche l’Israele

Home

1098335_496820833732668_391636598_nL’Italia fatica ma vince anche nella seconda gara contro l’Israele. Quintetto uguale a quello contro la Georgia cioè con Cinciarini, Belinelli, Datome, Rosselli e Cusin. Inizialmente per gli azzurri sembra tutto facile anche se in apertura di terzo quarto le cose si sono complicate, analizziamo la partita:

Il primo quarto vede come protagonista  Cinciarini che la prima azione ruba palla e vola in contropiede, successivamente segna con una tripla e subito dopo ancora in contropiede segna subendo il fallo e realizzando dalla lunetta il gioco da tre punti. Parziale iniziale di 8-0 dopo 4 minuti firmato da un Andrea Cinciarini ispiratissimo. La grande difesa azzurra concede i primi punti agli avversari dalla lunetta dopo oltre 5 minuti privi di realizzazioni dalla palla a due. L’italia gioca bene, c’è intesa specialmente fra l’asse Aradori-Melli che porta a un gioco da tre punti. Omri Casspi tiene a galla i suoi segnando 8 punti nel primo periodo che si conclude sul 16-10 in favore dei padroni di casa.

1098022_496878180393600_1810978410_nIl secondo quarto vede come protagonista Peppe Poeta, il campano ruba subito palla volando in contropiede passa a Melli che in sottomano non sbaglia. Altre due palle recuperate per il piccolo playmaker che si tuffa mostrando di lottare su ogni palla. Poco dopo serve Alessandro Gentile che taglia verso canestro inchiodando al ferro. Israele sullo scadere del periodo si avvicina portandosi sul 34-30.

Nel terzo quarto iniziano i guai per l’Italia, prima azione e Casspi schiaccia, arriva il pareggio e il sorpasso firmato Ohyaon: 36-34 per gli ospiti. Il Beli non ci sta e pareggia subito segnando in penetrazione. L’Israele inizia ad ingranare la marcia e si porta sul +3. Belinelli non è in serata, prende tiri forzati e brutte decisioni offensive. Menomale che per gli Azzurri torna in campo Poeta che porta i ragazzi davanti di 4 punti. Finisce il terzo quarto col risultato fisso sul 49 pari.

Ultimo quarto in perfetta parità: ci prova subito Datome, ma stasera i tiri proprio non vogliono entrare, chiuderà con 1/8 dal campo. La bomba perimetrale di Melli porta l’Italia sul +3, gli ospiti però non mollano, anzi sorpassano portando il risultato in loro favore sul 55 a 54. Belinelli prova a mettersi in proprio, prende 4 tiri e non ne entra nessuno, i padroni di casa iniziano a sentire la fatica, allora coach Pianigiani chiama timeout a 3:26 dalla fine. Casspi in terzo tempo viene stoppato da Melli, passaggio per Aradori ed è la tripla che cambia l’inerzia della partita. Sempre Aradori l’azione seguente penetra e scarica per Cinciarini che dal perimetro mette la tripla del +5. Timeout per gli Israeliani: palla a Casspi che si trova libero e piazza la bomba del -2. Fallo sistematico su Belinelli che fa 1/2 dalla lunetta; esauriti i timeout a disposizione gli avversari hanno 5 secondi per segnare la tripla del pareggio, il tiro è nelle mani di Ohyaon che sbaglia e sancisce la seconda vittoria per gli azzurri, 67-64 Italia.

Prossimo appuntamento domani sera alle 20:30 contro la Polonia.

Alberto Magarini

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.