L’Italia fallisce il matchpoint: in Polonia viene sconfitta nettamente e per i Mondiali bisognerà aspettare

Home Nazionali World Cup 2019

Polonia – Italia 94-78

(31-18, 21-23, 21-24, 21-13)

La vittoria dell’Ungheria nel pomeriggio la obbligava a vincere per qualificarsi matematicamente ai Mondiali cinesi dell’anno prossimo, invece l’Italia di coach Sacchetti perde nettamente in Polonia al cospetto dei padroni di casa, che rimangono in vantaggio dall’inizio alla fine. Per gran parte della gara a guidare gli Azzurri è Abass, ma nell’ultimo quarto tutta la formazione delude, realizzando solo 13 punti e non segnando per oltre 5′ consecutivi. Ora per strappare il biglietto per Pechino ci saranno altre due partite, in casa contro l’Ungheria e fuori contro la Lituania.

I primi punti della gara sono di Ponitka, l’Italia rimane a contatto fino all’8-8 firmato da Luca Vitali, ma poi si inceppa e subisce un parziale di 8-0 dei biancorossi, che si portano dunque sul 16-8. Gli Azzurri provano, senza successo, a ricucire lo svantaggio negli ultimi 3′ della prima frazione, affidandosi all’atletismo di Abass e alle mani di Alessandro Gentile, ma la Polonia continua a macinare punti, chiudendo il quarto con un break di 7-2 per il 31-18 dopo i primi 10′. Gentile rimane il faro offensivo dell’Italia anche all’inizio del secondo quarto, ma i ragazzi di Meo Sacchetti rimangono a distanza: a 5′ dall’intervallo un canestro di Abass vale il -9, i padroni di casa con Lampe e Koszarek però mantengono le distanze. Negli ultimi 2′ del primo tempo gli Azzurri danno un’accelerata, con un canestro di Burns e una tripla di Abass si riportano a -8, prima di una tripla di Slaughter che manda le squadre al riposo sul 52-41.

Gli sforzi azzurri non portano gli ospiti più vicini del -9 nei primi minuti di terzo periodo, è invece la Polonia ad allungare ulteriormente, trovando con Lampe e Slaughter il +17 in un amen intorno al 25′. Sacchetti e Aradori rispondono con 5 punti consecutivi, ma l’Italia è incapace di sfruttare i momenti di vuoto della Polonia per tornare a contatto, così torna a -6 con un canestro di Biligha per poi subire un nuovo allungo polacco e chiudere al 30′ sotto 73-65. L’ultimo quarto si apre con una palla persa da Gentile, l’attacco italiano non decolla e la Polonia può volare su un rassicurante nuovo +17. I primi punti azzurri nella frazione arrivano dalla lunetta dopo oltre 5′ di digiuno, li firma Aradori ma la sensazione è che sia troppo tardi. E infatti, sebbene riescano a riportarsi a -12, gli ospiti non danno mai l’impressione di poter impensierire davvero i biancorossi. Al 40′ la sconfitta diventa ufficiale col punteggio di 94-78.

Polonia: Cel 1, Lampe 22, Ponitka 18, Slaughter 10, Sokolowski 15, Gruszecki 3, Hrycaniuk 2, Kolenda NE, Koszarek 9, Nowakowski NE, Sulima NE, Waczynski 14.

Italia: Abass 13, Burns 10, Polonara, Tonut 6, L. Vitali 2, Aradori 13, Biligha 4, Cinciarini 6, Filloy 8, Fontecchio NE, Gentile 10, Sacchetti 6.

Francesco Manzi

Milano native. Laureato in Scienze Politiche all'Università Statale di Milano, studente di Comunicazione per le Organizzazioni e le Imprese all'Università Cattolica del Sacro Cuore. Tifoso degli Orlando Magic e dell'AC Milan, fondatore di BasketUniverso con una passione smodata per sport e musica rap.
  • 131
  •  
  •  
  •  

Commenta

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.