Lo Zalgiris vola all’ottavo posto. Espugnato il Pireo in rimonta dopo il +12 dell’Olympiacos

Coppe Europee Eurolega Home News

OLYMPIACOS PIRAEUS – ZALGIRIS KAUNAS: 68-72

(18-16, 20-18, 13-14, 17-24)

Tra la sconfitta numero 16 e la vittoria numero 14 ci sono 5 minuti di qualità che valgono un parziale di 13-0 e l’ottava piazza momentanea in classifica per lo Zalgiris. Per l’Olympiacos invece, oltre al danno subito sul parquet di casa arriva anche la beffa nonostante due prestazioni sontuose di Milutinov (18 punti e 12 rimbalzi), ancora dei suoi nel primo tempo, e un Briante Weber da 26 punti in 34 minuti di gioco, vero e proprio trascinatore dei suoi anche nel black-out del terzo periodo. I greci di David Blatt rimpiangono così di aver sprecato una ghiotta occasione per staccare i lituani e sorpassare l’Armani Exchange dopo essere stati avanti di 12 punti nel terzo quarto.

L’Olympiacos parte forte attaccando il pitturato e guadagnando un veloce 7-2. Lo Zalgiris decide di darsi un tono schierando la difesa a tutto campo, ma fatica a trovare punti in attacco. I greci sono più disinvolti su entrambi i lati del campo e con due triple di Mantzaris e Weber, seguita da una penetrazione a canestro, avanzano sul 15-8. Dopo il timeout di coach Jasikevicius i lituani si svegliano, Davies, Thompson e Grigonis scelgono la via del pitturato e riescono ad accorciare sul 18-16 prima della sirena. Ed è in apertura di secondo quarto che lo Zalgiris mette la freccia e con un parziale di 8-0 si guadagna il primo vantaggio della gara (18-24), ma è in modo abbastanza drastico che i padroni di casa si riprendono il vantaggio. Lasciando da parte un povero tiro da tre punti (3/12), Weber e Goss rimettono la gara in equilibrio e poi apparecchiano la tavola per il sorpasso siglato da un Milutinov da 11 punti e 4 rimbalzi offensivi consecutivi. Il dominio bianco rosso in area vale il 38-34 alla sirena della pausa lunga.

Il monopolio dell’Olympiacos continua anche nella prima metà della terza frazione. I ragazzi di David Blatt sfruttano un periodo di inefficienza e difficoltà dei lituani per premere sull’acceleratore e portarsi avanti coi punti di Printezis ed uno strepitoso Weber sul +12 (51-39). Poi però l’inerzia della gara cambia in un attimo appena Westermann sgancia la tripla che dà il via ad un parziale di 13-0 con cui lo Zalgiris rimonta e poi si lancia in corsia di sorpasso al debutto nel quarto decisivo (51-53). L’Olympiacos non è più quello del primo tempo, non riesce più ad arrivare al ferro con la stessa efficacia dei primi 20 minuti. L’ex Heat e Grizzlies segna 6 dei 12 punti che riportano i padroni di casa in vantaggio (63-62). Thompson e Westermann, di nuovo, rispondo per restituire la testa della gara allo Zalgiris che sfrutta anche i liberi finali per chiudere la gara nel finale sul 68-72.

Olympiacos Piraeus: Weber 26, Milutinov 18 e 12 rimbalzi; 

Zalgiris Kaunas: White 14, Westermann 11, Grigonis 10; 

Qui tutte le statistiche complete  

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.