Logan in versione Superman non basta: la Virtus fa suo il posticipo in overtime

Serie A Recap

Obiettivo Lavoro Bologna – Banco di Sardegna Sassari 92-87

(18-20; 37-41; 58-65; 76-76; 92-87)

20151116142253Bologna parte subito spingendo sull’acceleratore con transizioni veloci, sorprendendo gli ospiti e prendendo subito il controllo delle operazioni con 7 punti di Mazzola in un amen. La Dinamo è solo Logan per i primi 5’ e non riesce a trovare contromisure alla copertura del pitturato di Pittman, Mazzola e Odom insieme in campo. Con la prima girandola di cambi la Virtus continua a non subire dietro, ma in attacco diventa quasi impossibile segnare con Cuccarolo, Williams e Vitali e Alexander firma uno 2-10 che porta le squadre al 10’ sul 18-20. Ad inizio seconda frazione però i padroni di casa perdono impermeabilità dietro, anche se Sassari non sfrutta la marea di seconde e terze occasioni. Bologna riporta la partita sui binari di gioco lento e ricerca di Pittman, ma sono due contropiedi di Fontecchio e Gaddy a ribaltare l’ inerzia e riportare i bianconeri avanti 27-26. Sacchetti è costretto al minuto, e in uscita è come sempre Logan a prendere per mano la squadra e riaddrizzare il Banco. Dopo il controsorpasso ospite regna un equilibrio silenzioso e soporifero, interrotto solo dalle giocate estemporanee di Logan, che porta le squadre senza sussulti negli spogliatoi sul 37-41. In uscita dall’ intervallo lungo è di nuovo Bologna ad accelerare con più convinzione, con un Pittman finalmente decisivo sotto le plance. Ci pensa però il solito Logan a smorzare l’ entusiasmo dei padroni di casa, con 3 punti e 3 assist consecutivi per il 50-54. Quando si accende anche Stipcevic per la Virtus sono dolori e scivola a -8 sul 54-62. E’ un Williams che non ti aspetti però a firmare il ritorno bianconero, prima della tripla di Alexander che porta all’ultima pausa tecnica sul 58-65. In avvio di quarta frazione Bologna chiude subito la forbice e pareggia quota 67, con la Dinamo che non trova fluidità in avanti e colleziona pale perse. Nel momento migliore della Virtus però Pittman si esclude dalla partita facendo quarto e quinto fallo in rapida successione. La perdita del leader scuote Odom e Gaddy che prendono il testimone della lotta a Logan e firmano il nuovo vantaggio Virtus sul 75-74. Non segna nessuno negli ultimi 2 minuti e alla lotteria dei liberi Haynes è più freddo di Williams e porta al supplementare sul 76 pari. Ma nell’ overtime Bologna scappa subito sfruttando le amnesie difensive sistematiche di Haynes e Eyenga e vola fino all’86-78. Sassari non riesce più a rispondere e l’ attacco si impantana clamorosamente contro le maglie bianconere. Il tecnico più espulsione a Eyenga fanno calare definitivamente il sipario e la Virtus può gioire di nuovo per una notte dopo più di un mese grazie a una tripla di Michele Vitali che chiude il discorso sul 92-87 finale.

logan sassariCome due lunedì fa il monday night su SkySport a Bologna significa overtime. Questa volta però l’esito per i padroni di casa è diverso, e dopo la sconfitta patita con Caserta questa sera sono arrivati i due punti contro Sassari. I campioni d’Italia pagano per l’ennesima volta in stagione lo scotto dell’ impegno europeo, e contro una squadra nettamente inferiore incappano nella terza sconfitta in campionato. Per la Virtus questa vittoria vale oro e la risolleva dal fondo della classifica dove era rimasta in solitaria dopo i risultati di domenica. La seconda vittoria stagionale arriva dopo una partita in grandissima sofferenza, dove l’MVP Logan è rimasto un rebus insolubile (33 punti e tantissime buone cose sui due lati) ma ha faticato a trovare aiuto al di là di Alexander (15 punti e 4 assist). Nel supplementare però la maggiore fluidità di squadra della Virtus, trovata per la prima volta in stagione, ha fatto la differenza. Ottimi Gaddy e  Odom che combinano rispettivamente 17 e 24 punti, determinanti le fiammate di Pittman (15) e Williams (7). Per Sassari invece come detto oltre Logan e Alexander c’è poca roba, con quasi tutti fuori fase fisicamente prima che tecnicamente, a partire da Varnado e Petway peggiori in campo fino a concludere coi dannosi Haynes e D’Ercole. Ora la Virtus può godersi una settimana sicuramente più tranquilla e potrà lavorare all’ inserimento di Fells che dovrebbe essere ufficializzato domani. Sassari invece torna in Sardegna con un duro colpo psicologico ma con la consapevolezza di essere lo stesso attrezzata per poter vincere le partite che conteranno da maggio in poi.

Obiettivo Lavoro Bologna: Pittman 16, Fabiani n.e., Vitali 8, Cuccarolo 2, Gaddy 17, Williams 7, Fontecchio 8, Mazzola 10, Oxilia n.e., Ranocchi n.e., Odom 24

T2 22/39     T3 4/13      TL 36/45

Rimbalzi 31 (Mazzola 6 )

Assist 15 (Gaddy 5)

 

Banco di Sardegna Sassari: Haynes 10, Petway 0, Logan 33, Formenti 0, Devecchi 0, Alexander 15, D’Ercole 0, Marconato n.e., Sacchetti 14, Stipcevic 8, Eyenga 6, Varnado 1

T2 13/29     T3 15/37      TL 16/19

Rimbalzi 28 (Sacchetti 6)

Assist 15 (Sacchetti 3)

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.