L’Olimpia lotta e da segni di vita, ma Nunnally la punisce e il Fener vince

Coppe Europee Eurolega

FENERBAHCE – OLIMPIA MILANO 86-79

(18-19; 23-21; 22-18; 23-21)

Quintetti

Fener: Bogdanovic, Dixon, Datome, Kalinici, Udoh

Olimpia: Kalnietis, Dragic, Abass, Macvan, Raduljica

Stato di forma

Le due squadre arrivano a questo primo appuntamento del 2017 in maniera molto differente. Milano probabilmente sta vivendo la peggiore crisi di risultati e di identità di tutta l’era Armani, reduce da 8 sconfitte consecutive in Europa, e da prestazioni poco convincenti in campionato. Assenti per infortunio Cerella e soprattutto Sanders, che ne avranno entrambi circa per un mese. I turchi invece dal canto loro sono sempre ancorati al secondo posto in Eurolega all’inseguimento della capolista CSKA. Ma la miglior notizia per Obradovic è il rientro nei 12 di Bodganovic dopo oltre 2 mesi.

La gara

L’inizio di partita è un continuo batti e ribatti tra Datome e Kalnietis, con i turchi che vanno sul 9-7 a metà periodo. Un paio di giocate di Sloukas danno il +5, prima però che un superbo Kalnietis da 12 punti nel kalnietis milanoquarto, e una tripla di Simon, diano il 19-18 milanese con cui finisce il periodo. Il secondo quarto si apre con un super Nunnally che infila 3 bombe consecutive, dando nuovamente il vantaggio ai suoi. Ma Milano è viva, McLean attacca il canestro, Hickman è dentro l’incontro e i biancorossi impattano a quota 30. Sluokas e Dixon accelerano, Udoh concretizza da sotto e il Fener vola sul 41-34, ma due bombe di Kalnietis nell’ultimo minuto accorciano a meno 1 il divario e si va all’intervallo sul 41-40 Fener. La ripresa si apre con un super Hickman che con due triple filate da il +4 a Milano, i turchi sono in difficoltà e un paio di giocate di Macvan e Raduljica portano Milano sul 54-49. Arriva però la reazione gialloblu, guidata da super Datome e Udoh; i due confezionano un mega parziale a favore degli uomini di Obradovic che allungano sul 63-58 di fine periodo. Milano però disputa probabilmente la miglior gara dell’anno e non muore mai, grazie soprattutto a un protagonista inaspettato, un Simone Fontecchio favoloso in difesa e anche in attacco quando appoggia il canestro del 67-68. Ogni volta che Milano può avvicinarsi però arrivano puntuali le bombe di un Nunnally perfetto, che la ricaccia sempre indietro. McLean con un paio di giocate clamorose porta Milano sotto 79-80 a 40″ dal termine, ma sull’azione successiva è ancora una tripla di Nunnally a dare il +4 che spezza le gambe ai biancorossi. Milano non segna e dalla lunetta Kalinic chiude sull’86-79.

Svolta della partita

Trovare una vera svolta è difficile, in quanto la gara è sempre stata punto a punto per tutto l’incontro. Sicuramente gli ultimi 5 minuti di Udoh e Nunnally sono stati terrificanti, senza mai sbagliare un colpo, e la tripla dell’83-79 a 15″ dalla fine è risultata essere il canestro decisivo dell’incontro.

Migliori in campo

Fenerbahce: Nunnally con 19 punti e la tripla decisiva è sicuramente l’MVP dell’incontro, risultando mortifero per la difesa meneghina. Nota di merito però anche per Udoh e Datome, veri mattatori del match. luigi-datome-fenerbahce-istanbul-eb15

Olimpia Milano: Il primo tempo di Kalnietis è stato semplicemente spaziale, finendo poi la gara con 20 punti all’attivo. Da segnalare anche un ritrovato Hickman e soprattutto la prestazione bellissima di Simone Fontecchio, soprattutto in fase difensiva.

Peggiori in campo

Fenerbahce: 15 minuti in campo senza mai incidere come suo solito, per Vesely una gara nettamente insufficiente.

Olimpia Milano: Dopo le gare saltate per infortunio il rientro di Kruno Simon è stato letteralmente dannoso. Non trova mai il canestro, in difesa si fa sempre battere dal suo uomo e non è lucido nei momenti decisivi.

Tabellini

Fenerbahce: Udoh 18, Antic, Bogdanovic, Sluokas 8, Nunnally 19, Vesely 2, Kalinic 10, Dixon 11, Duverioglu 1, Datome 17

Olimpia Milano: McLean 12, Fontecchio 4, Hickman 15, Kalnietis 20, Raduljica 12, Dragic3, Macvan 6, Cinciarini 2, Abass, Simon 5

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.