L’Olimpia Milano rischia di buttare alle ortiche 20 punti di vantaggio, lo Zalgiris rimonta ma alla fine la spunta l’A|X

Coppe Europee Eurolega Home

AX ARMANI EXCHANGE MILANO – ZALGIRIS KAUNAS

98-92

(21-25; 31-15; 21-24; 25-28)

L’Olimpia Milano torna alla vittoria in Eurolega, dopo la sconfitta di mercoledì sera per mano della Stella Rossa gli uomini di Messina ritrovano il successo e, al Mediolanum Forum, mettono al tappeto lo Zalgiris Kaunas. L’A|X scappa via tra secondo e terzo quarto toccando anche il +20, ma i biancoverdi non demordono e, guidati da Rubit e Jokubaitis rimontano mettendo in seria difficoltà l’Olimpia. La risolve Malcolm Delaney nei minuti finali con delle giocate straordinarie. Da segnalare le grandi prove di Punter (22 punti, 3 assist, 3 rubate e 29 di valutazione) e LeDay, ex di serata (20 punti e 6 rimbalzi). Di seguito la cronaca del match.

L’Olimpia e LeDay partono fortissimo, la difesa di Hines e compagni e i canestri del’ex di serata lanciano subito i padroni di casa avanti, ma gli ospiti non stanno a guardare: l’attacco dell’Ax si inceppa a causa della zona lituana, lo Zalgiris punisce ogni errore milanese correndo perfettamente il campo e realizzando in un amen in contropiede. Lekavicius firma il sorpasso e poco dopo

foto: olimpiamilano.com LeDay, ex di serata, uno dei migliori per l’A|X

Jokubaitis allunga il parziale ospite costringendo Messina al timeout (25-21 Kaunas). Su questo punteggio si chiudono i primi 10 minuti di gioco.

I biancorossi ritrovano difesa e, soprattutto, la via del canestro: Delaney ridà linfa alla circolazione di palla milanese, Punter e Micov ringraziano e l’A|X produce un parziale di 11-0 per portarsi sul 35-27, sarà Vasturia a fermare l’emorragia con un gioco da tre punti. L’Olimpia non si tira più indietro, in difesa recupera palloni su palloni e in attacco è perfetta, è LeDay ad essere una macchina: il numero 2 tocca quota 16 e gli uomini di Messina toccano in un amen il +13 (46-33). La zona press lituana torna a bloccare l’attacco milanese e gli ospiti si riportano a distanza ravvicinata (46-40). Shields spara da tre punti e poco dopo lo imita Rodriguez con lo step back che manda al bar Jokubaitis e la bomba a fil di sirena per il 52-40 Olimpia.

Punter si riaccende, l’ex Stella Rossa firma 8 punti consecutivi e i padroni di casa si portano sul +18 (60-42). Proprio Punter spende un evitabile fallo antisportivo su Grigonis che produce un parziale di 5-0 ospite per il 62-49. Si rialza l’intensità difensiva milanese, nuovo parziale degli uomini di Messina che tornano sul+18 (67-51), ma lo Zalgiris non demorde, ritorna a pressare, a correre e a segnare: dopo l’appoggio in virata di Hayes Messina ferma tutto sul 67-54. L’inerzia rimane dalla parte degli ospiti, Rubit si accende e con 6 punti consecutivi riporta i suoi sotto le dieci lunghezze di svantaggio. Al 30′ il tabellone recita 73-64 Olimpia.

Inizio di quarto periodo da incubo per i biancorossi, il ventenne Jokubaitis fa impazzire la difesa dell’Olimpia portando i suoi sul – 5 (73-68). Continua il momentaccio biancorosso, il parziale dello Zalgiris non si ferma, Lekavicius piazza 7 punti di fila e porta i suoi sul 77-77 al 35′. Si gioca sul filo del rasoio, Milano ritrova un minimo di continuità offensiva sulle ali di Punter e

Foto: Olimpia Milano Punter, MVP del match

LeDay, (rispettivamente 22 e 20 punti), ma lo Zalgiris rimane in scia (83-79). Destro e sinistro terrificante di Rodriguez-Delaney da oltre l’arco per l’89-82, ma ci sono ancora oltre 2 minuti sul cronometro. Grazie a qualche buona giocata difensiva e all’ottimo finale di Delaney è l’Olimpia Milano a mettere le mani sulla gara, punteggio finale di 98-92.

OLIMPIA MILANO: Punter 22, LeDay 20, Micov 5, Roll 0, Rodriguez 9, Tarczewski 0, Biligha NE, Cinciarini NE, Delaney 13, Shields 17, Brooks 2, Hines 10

ZALGIRIS KAUNAS: Walkup 8+8ast, Lekavicius 16, Hayes 9, Jankunas 2, Lukosiunas NE, Milaknis 0, Geben 2, Rubit 13, Jokubaitis 15, Vasturia 8, Grigonis 10, Lauvergne 9

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.