L’Olympiacos sbanda nel terzo quarto ma stavolta non sbaglia: battuto lo Zalgiris, è 1 – 1 nella serie

Coppe Europee Eurolega

Olympiacos Pireo – Zalgiris Kaunas 79 – 68

(17 – 15;  24 – 27;  13 – 22;  25 – 14)

L’Olympiacos aveva l’obbligo di vincere almeno una gara in casa, e ci riesce convincendo per tre quarti, tenendo quello che è stato il quarto miglior attacco della Regular Season sotto i 70 punti.

Inizio strepitoso per Vasilije Micić che con 6 punti e l’assist per la tripla di Kevin Pangos porta subito in vantaggio lo Zalgiris, mentre i padroni di casa faticano a trovare la via del canestro: al primo timeout televisivo, al ‘5, solo 2 canestri dal campo su 7 totali per i greci, entrambi in area ed entrambi di Jamel McLean. L’Olympiacos riesce comunque a chiudere i primi ’10 in vantaggio grazie ai molti tiri liberi, seppur convertiti con basse percentuali anche loro (6/11) ed i punti dalla panchina portati da Jānis Strēlnieks (4) e Kim Tillie (2).

Le cose cominciano a precipitare nel secondo quarto per la squadra di Kaunas, che perde 3 palloni nei primi ‘2 e scivola a – 10 sotto i colpi di Strēlnieks e Spanoulis dai 6 metri e 75, costringendo coach Jasikevičius a fermare la partita con un timeout. L’ex play della nazionale lituana mette in campo Kavaliauskas che lo ripaga con 3 punti in fila e riesce a ridurre a due soli possessi pieni di distanza lo svantaggio grazie ad una tripla di Milaknis al ’16, a cui però risponde poco dopo Spanoulis che tiene avanti i suoi sul punteggio di 32 – 23. Dopo altri 4 punti di McLean (14 in 16 minuti) l’Oly tocca il massimo vantaggio di + 13 verso la fine del primo tempo con una tripla di Bobby Brown, ma i 4 punti in fila di Aaron White consentono allo Zalgiris di chiudere i primi ’20 entro i 10 punti di distanza dai padroni di casa.

Nella ripresa arriva la reazione dei lituani, che dal ’21 al ’23 aprono un parziale di 0 – 7 trascinati da Brandon Dvies (4 punti)Micić (3) che riportano la loro squadra sul 45 – 42, costringendo stavolta coach Sfairopoulos a chiamare timeout. L’ex assistente di Kazlauskas mette Vangelis Mantzaris in campo e la guardia risponde prima con un rimbalzo offensivo, poi con una tripla che allontana nuovamente gli avversari.  Lo Zalgiris è però ormai rientrato in partita, ed al ’26 pareggia a quota 50 dopo altri 2 punti di Davies (10 nel solo terzo quarto).

A riportare avanti i rossi del Pireo ci pensano Mantzaris e Papanikolau ad inizio quarto quarto con due triple, poi Printezis che sbaglia in area il tiro in contropiede del possibile + 8, dopo aver rubato palla a Davies, ma al ’34 segna il + 9 anche lui con una tripla. Intanto gli ospiti nei primi ‘4 dell’ultimo quarto non hanno ancora segnato (0/4 dal campo) e si sbloccano solo al ’35 con Davies che si guadagna due tiri liberi, sbagliando però il secondo.

L’azione successiva McLean sbaglia una tripla, ma in difesa ruba palla a Pangos e propizia il canestro in contropiede di Printezis per il + 10, che diventa + 13 dopo i tre tiri liberi realizzati da Spanoulis al ’37, guadagnati su un’ingenuità di Davies che commette fallo fuori dall’arco. Nel finale però McLean riapre la partita, commettendo un fallo antisportivo che permette allo Zalgiris di segnare 5 punti in una azione, rimanendo comunque in svantaggio di 8 lunghezze. Deve pensarci quindi Spanoulis con due tiri liberi a riportare il vantaggio dell’Olympiacos in doppia cifra e mandare la serie sull’1 – 1.

Tabellini

Olympiacos: McLean 21, Brown 3, Papapetrou 9, Spanoulis 17, Strelnieks 8, Tillie 2, Printezis 8, Papanikolau 5, Mantzaris 6, Roberts 0, Bogris 0, Wiltjer 0.

Zalgiris: Davies 20 (7/10 dal campo), Pangos 5, Toupane 6, Udirh 0, Jankunas 0, Masiulis 0, Milaknis 11, Micić 13 (con 8 assist), White 6, Kavaliauskas 7, Ulanovas 0, Valinskas DNP.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.