L’Orlandina si illude, ma Bramos risveglia la Reyer

Home Serie A Recap

bramos venezia

Umana Reyer Venezia-Betaland Capo d’Orlando 77-76

(23-26, 14-16, 16-12, 17-16, 7-6)

Vittoria all’OT per la Reyer Venezia, che centra il primo successo stagionale con fatica, ai danni di un’Orlandina mai doma.

Le due squadre appaiono particolarmente ispirate nel primo periodo, nelle file biancoblù la coppia Jasaitis-Bowers funziona a dovere, in grado di rispondere alle triple di Goss e Peri. Dopo cinque minuti, gli orogranata conducono di tre lunghezze, grazie ad un Green abile nell’innsscare i compagni con quattro passaggi vincenti nei primi minuti. Nella seconda parte del quarto gli ospiti si rifanno avanti, grazie alle ottime percentuali da 2 (92%) e Laquitana firma il sorpasso sul finale, chiudendo il quarto con Capo avanti 23-26. Nel secondo break, i viaggianti aprono le danze con Nicevic, mentre Jackson e Viggiano mantengono i veneti a contatto (27-30). I lagunari calano di precisione al tiro, mentr Kasaitis è decisamente on fire e propizia la fuga ospite, firmando dall’arco il +7 a favore della Betaland (31-38). Dopo il timeout, Jackson ricuce il gap, ma i ragazzi di Gricciolo mantengono il vantaggio fino alla sirena, chiudendo il primo tempo con cinque lunghezze davanti (37-42).

Di ritorno dalla pausa lunga, i biancoazzurri si portano sul +9 con quattro punti dell’esperto Nicevic di pregevole fattura. Peric e Bramos tengono in vita la Reyer, ma è sempre Nicevic a frenanre la rimonta veneta, mentre Jasaitis firma un 2+1 e l’Orlandina si porta sul +6 (44-51 a metà terzo periodo. Green apre un parziale di 7-0, cilminata con la spettacolare schiacciata di Owens, che firma il sorpasso veneziano, 53-52, mentre gli ospiti si portano sul +1 sul finale. Nell’ultimo periodo, Bowera e Perl portano i siciliani sul 56-61, con un parziale di 7-0. Gli orogranata non si scompongon e uno scatenato Bramos dall’arco riporta a contatto i veneti, mentre Owens pareggia a quota 66. Nell’ultimo minuto, Basile manda avanti i suoi, ma il pivot veneziano pareggia a 30 secondi, portando la partita ai supplementari. Nei cinque decisivi minuti, Bramos e Goss rispindono a Nicevic, mentre il tiro della possibile vittoria di Jasiaitis muore sul ferro. Venezia ottiene la prima W vincendo 77-76, di frinte ad una Orlandina coraggiosissima, ma sfortunata.

VENEZIA: Peric 13 , Goss 12, Bramos 15, Tonut , Jackson 7, Green 6, Ruzzier 1, Groppi, Owens 13, Ress 2, Ortner 4, Viggiano 4

All. Carlo Recalcati

Rimbalzi: Peric 6( 30 totali)

Assist: Green 6 (22 totali)

CAPO D’ORLANDO: Basile 2, Ilievski 4, Laquintana 5, Perl 7, Nicevic 16, Jasaitis 23, Munastra, Bowers 17, Oriakhi 2

All. Giulio Griccioli

Rimbalzi: Jasaitis 9  (48 totali)

Assist: Ilievski 9  (19totali)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.