Luis Scola, eroe dei quarti: “Il nostro non è affatto un miracolo, giochiamo un grande basket”

Home Nazionali World Cup 2019

Luis Scola non ci sta. Dopo aver, a 39 anni, guidato la sua Argentina ad una vittoria che in pochissimi si aspettavano sulla Serbia, ai microfoni dei giornalisti l’ex lungo degli Houston Rockets ha rifiutato di definire questo successo “un miracolo”.

Queste le parole di Scola, autore di 20 punti con 7/13 dal campo e canestri importantissimi nell’ultimo quarto:

Mi dà fastidio che la gente continui a parlare di miracolo, di sorpresa. Nessuno credeva nell’Argentina. Ve lo dico, c’erano 22 persone che negli ultiomi due mesi hanno sempre creduto che potessimo arrivare qui. E’ tutto quel che ci serve, queste 22 persone. E’ molto lontano dall’essere un miracolo: siamo una buona squadra, stiamo giocando un grande basket dall’inizio del torneo. Ci meritiamo di essere qui e non accetto che si parli di miracolo.

Foto: fiba.basketball

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.