Luis Scola: “Finalmente posso giocare per Messina, lui mi ha chiamato prima dei mondiali”

Coppe Europee Eurolega Home Serie A News

Luis Scola è stato da poco presentato ufficialmente ai media, di seguito riportiamo i tratti salienti della conferenza stampa del nuovo giocatore dell’Olimpia Milano:

Cosa ti aspetti dalla nuova stagione di eurolega?

Manco da molti anni, tanto è cambiato, la lega è cresciuta avvicinandosi alla nba, ma anche nel basket giocato, non so cosa aspettarmi da questa stagione, mi ritengo fortunato di essere qui a giocare, alla fine si tratta di basket. Porto esperienza ma anche tanta energia, il mio fisico è ancora in buone condizioni e sono ottimista di poter fare bene.

Milano e la Serie A.

Coach Messina e l’Olimpia sono il motivo per cui sono venuto qui, ho scelto l’Olimpia perchè era l’opzione migliore per me e per la mia famiglia. E’ una sfida il fatto di giocare in un nuovo campionato che negli anni è diventato sempre più competitivo. Per me è tutto questo è un grande stimolo. L’Olimpia ha grande talento.

Cosa ti ha detto Messina? Ginobili? 

Ho parlato con Ginobili e altri giocatori che lo conoscevano, fra questi anche Prigioni e Nocioni, oltre ovviamente a coach Messina.

Cina?

Non penso che sia un brutto posto dove giocare, ci sono tanti giocatori, è stata una sfida anche quella di giocare in quel campionato perchè ci sono molti giocatori giovani e forti.

Cosa provi nel giocare in una squadra storica e ambiziosa come l’Olimpia?

Giocare in una squadra come l’Olimpia ricca di storia e piena di ambizioni è solo uno stimolo in più, ogni giocatore vuole cercare sempre una sfida più grande per la propria carriera.

Cosa porti tecnicamente alla squadra?

Porto quello che sono, giocare duro, lavorare duro e affrontare ogni partita al meglio.

Mondiali e Olimpiadi?

Ero sicuro di poter affrontare al meglio la competizione, e l’ho fatto. Ovviamente so di essere alla fine della mia carriera, se non ci fossimo qualificati alle Olimpiadi probabilmente avrei smesso di giocare. Dopo la coppa del mondo mia moglie è venuta da me e mi ha detto “non puoi smettere di giocare“, da lì ho cominciato a pensare al mio futuro e ho scelto Milano. E sia chiaro, coach Messina mi ha chiamato prima della coppa del mondo, altro motivo per cui ho scelto Milano.

Sconochini dice che sei il re delle finte..

Non sono mai stato il giocatore più veloce nè il più forte fisicamente, ma so muovermi bene, è quella la mia forza.

Ti sarebbe piaciuto tornare in NBA? Magari per coach Popovich?

Non lo posso negare, sì, sarebbe stato bello, ma giocare per coach Messina è un’opportunità altrettanto grande, finalmente posso giocare per lui.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.