L’Urania Milano schianta la Bcc Treviglio

Recap

Un successo così rotondo forse non se lo attendeva neppure. Ma tanto è, l’Urania Milano è riuscita ad avere ragione con un punteggio di larghe proporzioni della Bcc Treviglio nella sfida del “PalaIseo” valevole per la seconda giornata della Supercoppa del Centenario. L’85-58 con il quale i “Wildcats”hanno messo a sedere il temibile roster del tecnico ex Fortitudo Agrigento Devis Cagnardi dice tutto della determinazione con cui Raivio e compagni hanno saputo affrontare la sfida e della capacità di saperla leggere. Il successo finale consente al coach Davide Villa di farsi il migliore regalo per il suo compleanno avvenuto pochi giorni fa. Langston e Raivio in decisa direzione d’orchestra per i milanesi che hanno messo a segno un colpo forse decisivo per aggiudicarsi il girone e staccare quindi il tagliando per la final eight, Treviglio, ancora con l’infortunato ex Givova Scafati JJ Frazier fermo ai box per infortunio,  ha avuto il suo grande tessitore di manovre e punti nel consueto, sicurissimo e determinato Simone Pepe, ancora una volta confermatosi uno dei migliori arrivi in casa biancoblù. L’Urania si prepara quindi nel modo migliore per l’ultimo impegno contro l’AssiGeco Piacenza intenzionata a calare il tris dopo questo acuto e quello precedente con Bergamo (77-69), Treviglio è attesa dal derbyssimo contro i gialloneri di Marco Calvani al “PalaAgnelli”.

 

PRIMO QUARTO – Raivio fà subito capire le bellicose intenzioni dei padroni di casa, Langston ci mette la ciliegina sulla torta e l’Urania prende quota portandosi sull’8-2. Treviglio cerca di rientrare in partita con Borra ma Bossi porta i milanesi in ulteriore alta quota sul 15- 6. Piunti colpisce ancora per i milanesi, Pepe si fà in quattro per riportare Treviglio sotto ma il finale di frazione dice Urania 29- Bcc Treviglio 13.

SECONDO QUARTO – Pesenato fà rima con ispirato e l’Urania  urla ancora maggiormente portandosi sul 33-17. Treviglio mostra di non essere affatto rassegnata a colorare di nero la giornata e con D’Almeida, capitan Reati e Sarto riporta in forse l’esito del match: 33-25. Langston, Montano e Punti sono il terzetto con cui l’Urania riprende il volo in modo consistente non lasciando fiato ai biancoblù, e così la frazione conduce all’intervallo con un eloquente 54-32 per l’Urania.

TERZO QUARTO – Montano continua a brillare di luce propria, altrettanto fà Pepe su opposto fronte ma non basta a Treviglio per contenere un’Urania scatenata. L’Urania amministra bene e incrementa il bottino fino a fargli assumere le dimensioni del 70-50 a suo favore.

ULTIMO QUARTO – Treviglio inanella cinque punti di fila e prova la rimonta quasi impossibile, Raivio e Piunti, già in bella evidenza nel match di Bergamo, si riconfermano talento allo stato puro e traghettano la nave Urania verso il porto della vittoria per 85-58.

 

MIGLIORI IN CAMPO

LANGSTON (URANIA): il suo potere di trasformare i palloni a spicchi che ha tra le mani in oro colato difficilmente subisce soluzioni di continuità. E così, ai diciotto punti della sfida contro Bergamo, ne aggiunge altri venti, totale trentotto, media di diciannove a gara, niente male davvero.

PEPE (BCC TREVIGLIO): ottima scelta quella di seguire Devis Cagnardi dalla terra girgentina a quella trevigliese, gara dopo gara sta diventando uno dei metronomi della manovra dei biancoblù, anche se poi gli esiti finali degli sforzi non suonano sempre come campane a festa.

TABELLINO

URANIA MILANO: Langston 20, Raivio 18, Montano 16, Bossi 12, Piunti 10, Pesenato 4, Raspino 3, Franco 2, Benevelli. Coach: Davide Villa.

BCC TREVIGLIO: Pepe 21, Reati 7, D’Almeida 7, Nikolic 6, Borra 6, Sarto 6, Bogliardi 4, Manenti 1. Taddeo. Coach: Devis Cagnardi.

 

DICHIARAZIONI POST GARA

DAVIDE VILLA (COACH URANIA MILANO): “Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, poi al di là dell’avere fatto bene nei primi due quarti abbiamo tenuto difensivamente dietro, come abbiamo visto nel secondo tempo l’attacco può andare e venire e abbiamo retto l’urto quando hanno provato a rientrare, abbiamo sofferto un po’ quando hanno provato con i cambi difensivi. Siamo a un punto della stagione in cui sappiamo di non essere ancora pronti a trovare questo tipo di difese, siamo stati bravi, soddisfatti dei primi due quarti molto positivi, poi abbiamo dovuto controllare una partita che si era sporcata tanto”.

DEVIS CAGNARDI (COACH BCC TREVIGLIO): “Durante la settimana abbiamo avuto alti e bassi notevoli palesati in questi quaranta minuti, abbiamo preso una bella sberla, speriamo di riprenderci, qualche singolo non è mai riuscito a entrare in partita, ci potrebbe anche stare, vi è stato però troppo nervosismo tra i giocatori, è una squadra che sta percorrendo un suo processo di crescita, cercheremo di ributtarci in palestra per risistemare tutto e riprendere la marcia”.

 

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.