Magic Johnson: “Non siamo Cleveland, la palla non è sempre per LeBron”

Home NBA News

Nelle scorse ore un report di Brian Windhorst di ESPN aveva sollevato un po’ di polvere in casa Los Angeles Lakers: secondo il giornalista, che da anni segue LeBron James, il Re si sarebbe rifiutato, in alcuni frangenti, di seguire le istruzioni di coach Luke Walton per fare di testa propria. Magic Johnson, presidente giallo-viola, ha risposto piccato a queste accuse, negando qualsiasi comportamento del genere da parte di James a SiriusXM NBA Radio:

Brian si è sbagliato. E’ solo per far sì che a ESPN abbiano sempre qualcosa da dire. Abbiamo un sistema in cui la palla si muove, giochiamo tanti pick and roll. Se ci guardate giocare, la palla non è solo nelle mani di LeBron. Non può esserlo. Perché vogliamo farla girare, giocare i pick and roll. Ma ehi, siamo i Lakers, la gente parlerà sempre di noi. Ora però non sta andando come dicono.

Stiamo tenendo sotto controllo il suo minutaggio, ma dall’altra parte facciamo anche in modo che non ogni azione passi per lui, perché sembrano di nuovo i tempi di Cleveland e noi questo non lo vogliamo. Stiamo cercando di non sovraccaricarlo di giocate o di possessi. Abbiamo tanti ball handlers, quindi pensiamo di poterlo alleggerire in termini della gestione della palla, abbiamo scorer ormai provati come Kuzma, Ingram… E poi abbiamo due point guard come Ball e Rondo, non dobbiamo far portare sempre palla a LeBron.

Francesco Manzi

Milano native. Laureato in Scienze Politiche all'Università Statale di Milano, studente di Comunicazione per le Organizzazioni e le Imprese all'Università Cattolica del Sacro Cuore. Tifoso degli Orlando Magic e dell'AC Milan, fondatore di BasketUniverso con una passione smodata per sport e musica rap.
  • 245
  •  
  •  
  •  

Commenta

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.