Magnifico Teodosic, la Virtus Bologna espugna Trento ed è prima al termine del girone d’andata

Home Serie A Recap

Dolomiti Energia Trentino – Virtus Segafredo Bologna: 77-83

(17-21; 25-42; 50-55; 77-83)

Una Virtus solidissima esce con una vittoria dalla BLM Arena e si laurea campione d’inverno, grazie al 77-83 finale. Bologna quasi sempre avanti, che ha dovuto vincere la partita due volte. Prima, grazie ai primi due quarti quasi perfetti, andando fino al +19 (23-42). Poi, una volta subita la rimonta dei padroni di casa, ribaltando lo svantaggio di 57-55 a 5′ dal termine. E proprio nell’ultimo quarto è salito in cattedra il solito maestoso Milos Teodosic: il serbo con il 44 sulle spalle ha segnato tutti gli ultimi 15 punti della Segafredo, trascinando di peso i suoi. Fino lì a suo supporto sono stati ottimi Gamble (19 punti e dominio nel pitturato) e Weems (15 punti e tante giocate preziose). Al loro fianco sono stati fondamentali Markovic (9 assist) e Ricci (10p+7r+6a). Per una volta hanno marcato visita Hunter, Gaines, Baldi Rossi e Pajola, ma con il quintetto titolare trainato dai 30 punti di Teodosic, non c’è stato bisogno di loro. 
Dal lato Trento, invece, prestazione altalenante di Gentile, il quale ha sparacchiato da 2 (4/14), forzando troppo nei primi due quarti, prima di cominciare a coinvolgere i compagni e diventare la guida della rimonta nelle ultime due frazioni. Bene anche la regia di Craft e le scintille di Forray, devastanti e poi spariti invece Blackmon e Kelly.
Con questo successo Bologna sarà testa di serie numero 1 alle Final Eight di Coppa Italia, mentre Trento resta esclusa dalla competizione di metà stagione. 

CRONACA: il primo quarto si apre subito con una magia di Markovic, per il primo canestro della gara che porta la firma ospite. Trento non subisce il colpo a freddo ed anzi reagisce alla grande, con un 9-0 di parziale immediato. Kelly guida i trentini con 8 punti nei primi minuti, ma la Virtus tiene la scia con il lavoro di Gamble nel pitturato. Sul finire di quarto poi salgono di colpi i due serbi bolognesi, per il 17-21 alla prima pausa.

Nel secondo periodo continua il contro-parziale delle Vu Nere, che si dilata fino ad uno 0-9 a cavallo dei due quarti. Serve un tiro rocambolesco di Gentile per spezzare la fuga bolognese, ma con le giocate di Teodosic fanno riprendere subito la cavalcata ospite. Gentile è croce e delizia dei padroni di casa, con un gioco da 4 e tanti errori in seguito a molteplici isolamenti. La Virtus dall’altra parte è più squadra e arriva anche il +19, rettificato da Knox per il 25-42 del 20′.

Dopo la pausa lunga è di nuovo Trento a scattare meglio dai blocchi, con un 5-0 dentro il primo giro di orologio. Bologna si affida ai soliti Teodosic e Weems, i quali però non bastano a respingere il ritmo della Dolomiti Energia. Trento torna sotto la doppia cifra di ritardo, grazie a Gentile che inizia a giocare con e per i compagni. Il rientro di Gamble porta nuovi punti facili nel pitturato per gli ospiti (40-53), prima che Blackmon diventi protagonista assoluto. L’ex Pesaro segna 10 punti nel quarto, di cui 8 consecutivi nel 10-0 di fine periodo. Servono due liberi di Teodosic per interrompere l’emorragia, fissando il tabellone sul 50-55 al 30′.

L’ultimo timeout tecnico non frena la spinta di Trento, che apre l’ultima frazione con un 7-0, riportando la testa avanti dall’avvio di primo quarto (57-55). La certezza di Bologna si chiama però Gamble, il quale con il pick & roll insieme a Markovic va sempre a canestro. E quando anche Teodosic torna a fare il “Teodosic”, la Segafredo ribalta l’inerzia e prova la fuga sul 61-68 al 36′. Craft non si arrende e riporta i suoi ad un possesso di distanza, prima della sfida a distanza tra Gentile e Teodosic che segnano due bombe a testa in fila. Non cambia allora il margine e si entra negli ultimi due minuti sul 73-76. Teodosic ai liberi è un cecchino, Trento non trova il canestro per chiudere a forbice, la tripla di Mezzanotte è tardiva e l’appoggio al vetro di Ricci chiude la contesa. La Virtus esce vincitrice dalla BLM Arena grazie al 77-83 finale. 

Trento: Kelly 12, Blackmon 13, Craft 9, Gentile 22, Pascolo 6, Mian, Forray 4, Knox 8, Mezzanotte 3, Voltolini NE, King, Lechthaler NE.

Virtus Bologna: Gaines 5, Deri NE, Pajola, Baldi Rossi, Markovic 1, Ricci 10, Cournooh 1, Hunter 2, Weems 15, Nikolic NE, Teodosic 30, Gamble 19.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.