Mantova torna al successo battendo Biella con qualche brivido nel finale

Serie A2 Recap

STAFF MANTOVA – EDILNOL BIELLA 92-80

(27-16, 23-22, 20-14, 22-28)

 

Ottima la partenza di Mantova che si porta in un batter di ciglia sul 7-0 grazie alla ‘clasica’ tripla di capitan Ghersetti e ai cinque punti con annessa schiacciata imperiosa di un recuperato David Weaver. Gli ospiti faticano a stare al passo degli Stings ma poi trovano la via del canestro con Miaschi (tripla) e l’ex Wojcieckowski. Staff alza ulteriormente i giri del motore realizzando ottimi canestri in penetrazione di James e ben 2 bombe di Cortese (19-11). Lugic prova a tenere a galla i suoi siglando 7 punti in sequenza ma nell’ultima azione del primo quarto Ferrara spara dall’angolo la tripla che vale il 27-16 facendosi subito perdonare la stoppata subita nella precedente penetrazione. Da segnalare il debutto stagionale del neoacquisto Ceron presentato in settimana e proveniente dalla Tezenis Verona. Nella seconda frazione l’Edilnol prova a ricucire lo svantaggio ancora grazie ancora ad un strepitoso Lugic che realizza canestri di pregevole fattura supportato dalla classe di Laganà (32-23). I virgiliani realizzano con Cortese e Infante ma poi sono costretti a subire un parziale di 0-7 firmato da Hawkins (gioco da 3 punti), Wojciekowski e Laganà (37-30). Dopo qualche minuto di totale annebiamento, i padroni di casa riprendono vigore trascinati dal duo Usa Weaver-James, quest’ultimo sprigionando un’energia pazzesca sul parquet (tripla e penetrazione in virata vincente). Biella prova a rimanere in scia grazie ancora alle magie degli indomabili Laganà e Lugic (47-36) ma Ceron punisce la difesa piemontese realizzando dalla lunga distanza i suoi primi tre punti stagionali lanciando la Staff sul +12 (50-38) all’intervallo lungo.

Il terzo quarto è a totale appanaggio Stings che incrementeranno il vantaggio a 18 punti (70-52) alla fine di questa frazione. I protagonisti sono senza dubbio James, Cortese, Ghersetti ma sopprattutto Professor Weave che sale in cattedra recuprando rimbalzi, firmando giochi vincenti da 3 punti, tiri dal limite dell’area e infine schiacciate di prepotenza spostando letteralmente gli avversari. Complice di questo allungo vincente Stings è anche sicuramente il calo vertigionoso delle percentuali al tiro dalla media-lunga distanza da parte degli ospiti, rimasti aggrappati ai soli Hawkins (a segno con 2 triple) e Miaschi. La strada sembra totalmente spianata per Mantova che deve “solo” gestire il copiscuo vantaggio sin qui ottenuto ma l’ultimo quarto si apre con un parziale clamoroso di 2-11 (72-63) grazie alle triple realizzate da Bertetti e da un rigenerato Laganà che ridanno certamente fiducia e speranza agli uomini di coach Squarcina (alla sua prima esperienza da capo allenatore in A2). Mantova reagisce con i canestri pesantissimi di Ferrara, Ghersetti (canestro pazzesco + fallo) e una strepitosa alley oop di Weaver imbeccato da Cortese, scappando così sul +14 (79-65). Biella comunque non è mai domo perchè rientra nuovamente in partita guidata dal terzetto Laganà-Miaschi-Lugic arrivando sino al -5 (82-77) facendo spaventare incredibilmente i biancorossi. A togliere le castagne dal fuoco ci pensa sempre lui, Cristian James (20 punti e MVP), che realizza in successione una bomba, 2 liberi e una schiacciata di prepotenza che annienta definitivamente le speranze di vittoria di Biella. Nel finale c’è spazio anche per la quarta tripla di Cortese che sancisce la vittoria degli Stings per 92-80.

 

TABELLINI

STAFF MANTOVA: Cortese 20, James 20, Ghersetti 15, Weaver 17, Bonacini 5, Infante 4, Maspero 3, Ferrara 5, Ceron 3. All: Di Paolantonio

EDILNOL BIELLA: Wojciechowski 4, Berdini 2, Hawkins 17, Miaschi 19, Lugic 16, Laganà 19, Bertetti 3. All: Squarcina

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.