Mantova è pazza di gioia, battuta Verona in un PalaBam gremito

Home Serie A2 Recap

DINAMICA GENERALE MANTOVA- TEZENIS VERONA 60-59

( 18-22, 12-15, 14-9, 16-13)

C’e’ il pubblico delle grandi occasioni al PalaBam per il sentitissimo derby Mantova-Verona. La Dinamica Generale Mantova vuole ottenere il primo storico successo contro i veneti per poi andare a Rimini con la carica giusta a giocarsi la Coppa Italia mentre la Scaligera vuole dimostrare di mantenere intatte le ambizioni per le quali la squadra è stata assemblata ad inizio stagione. Verona deve fare a meno di Ricci, il quale non è riuscito a recuperare dall’infortunio alla caviglia. Gli Stings recuperano il capitano Ndoja che scende in campo con una fasciatura alla mano dx. Da segnalare la presenza in tribuna del sindaco di Mantova Mattia Palazzi. Ad incoraggiare la squadra ospite sono arrivati circa 300 supporters gialloblù.

Coach Martelossi parte con Ndoja (c), Amici, Hurtt, Simms e Di Bella mentre mister Crespi risponde con Boscagin (c), Rice, Chikoko, Da Ros e Saccaggi.  Avvio di partita all’insegna dell’equilibrio, Mantova trova i canestri di Amici e Di Bella mentre la Tezenis si affida al solito Rice che piazza una tripla e va a canestro in penetrazione. Ndoja commette fallo su Michelori, il pivot di Verona fa 1/2 ma gli Stings si lasciano sfuggire il rimbalzo e capitan Boscagin li castiga con la bomba che porta Verona al +3 (8-11) a metà del primo periodo. La Scaligera inizia a macinare gioco in attacco, Saccaggi va a canestro e subisce il fallo che lo manda in lunetta, il libero del play trova solo il ferro ma Mantova si fa scippare un altro rimbalzo sanguinoso e sull’extra possesso Saccaggi stavolta non perdona e la mette da tre.  Gli Stings sono completamente disorientati e precipitano fino al -11 sulla bomba di Rice quando ci sono ancora 3:40 da giocare. Gergati ed Hurtt cercano di reagire, i virgiliani subiscono troppo i rimbalzi offensivi di Verona ed anche Michelori riesce ad andare a canestro. Nel finale di periodo arriva un tecnico alla panchina di Verona, Hurtt è preciso dalla lunetta e nei successivi possessi è Amici a farla da protagonista, la sua tripla ad un secondo dalla sirena permette a Mantova di chiudere la prima frazione a -4 (18-22).

L’inizio del secondo quarto è targato Tezenis, la penetrazione di Rice, il canestro da dentro l’area di Chikoko e la tripla di Cortese costringono Martelossi al time out sul -9 (20-29) dopo 2 minuti di gioco.  Al rientro sul parquet è ancora la guardia USA di Verona a ridare il massimo vantaggio ai suoi sul +11 (20-31). La tripla di Di Bella e la penetrazione di Hurtt riportano gli Stings fino al -6 (25-31) a metà periodo. Mantova sembra aver trovato le misure in difesa, la Tezenis fa fatica a trovare giusti sbocchi offensivi e con i tiri dalla lunetta di capitan Ndoja il canestro dalla media di Simms la Pallacanestro Mantovana si riporta fino al -2 (29-31) quando mancano 3:00 all’intervallo lungo. La Scaligera non ci stà e Da Ros va a segno prima sull’ennesimo rimbalzo offensivo concesso da Mantova e poi con un centro dalla media. Nel finale di periodo la penetrazione nel traffico di Cortese fissa il punteggio sul 30-37.

Amici (Mantova) Mvp del match
Amici (Mantova) Mvp del match

L’avvio di terzo quarto vede protagonista Simms, il lungo americano prima la mette da sotto e poi piazza un tiro dalla media. Verona fa molta fatica nella fase offensiva e non trova la via del canestro. La bomba di Amici allo scadere dei 24 secondi fa diventare il PalaBam un autentica bolgia  con gli Stings che impattano sul 37-37 costringendo Crespi al time out. Al ritorno in campo è ancora un’ottimo Simms a fare tremare il tabellone della Tezenis con la sua Slam dunk, per i veneti il canestro diventa un miraggio e la tripla di un superbo Amici  spinge Mantova sul +5 (42-37) a metà frazione.  Verona non ci stà e grazie ai liberi di Saccaggi e Rice ed al centro dalla media di Da Ros raggiunge gli Stings sul 42-42 con 2:20 da giocare. Nel finale di periodo Rice va a segno in penetrazione, Moraschini risponde con un 2/2 dalla lunetta, Hurtt spara un air-ball da tre e sul contropiede successivo Cortese va a schiacciare permettendo ai suoi di chiudere sul +2 (44-46).

Ad inizio quarto periodo Simms e Gergati accendono ancora il PalaBam dando il nuovo sorpasso a Mantova sul 48-46. Verona non ci stà e le bombe di Saccaggi e Cortese riportano la Scaligera sul +4 (48-52). Un’eroico Simms va a segno con gioco da tre punti e con un canestro dalla media, Amici la mette da due e gli Stings si trovano sul +1 (55-54)  a metà dell’ultima frazione. La partita ora è una battaglia ed il Palasport mantovano un’autentica arena. Saccaggi mette una tripla e Chikoko con un bel movimento sottocanestro riporta i veneti avanti sul +3 (56-59). La Dinamica non è certo doma, Moraschini con un grande canestro dalla media ed Amici con un 2/2 dalla lunetta sul quinto fallo di Da Ros costringono Crespi al time out sul 60-59 con 2:15 da giocare. Al ritorno in campo le squadre non riescono a trovare la via del canestro ed a 13” dalla sirena è Martelossi a chiamare il time out con la palla in mano a Mantova con 6” per finire l’azione offensiva. Ndoja trova solo il ferro e sul successivo possesso di Verona Di Bella va a fare fallo con 6” ancora sul cronometro. Crespi affida a capitan Boscagin l’ultimo pallone del match ma la penetrazione dell’esperto giocatore di Verona è infruttuosa. Suona la sirena e Mantova fa sua la partita 60-59 in un PalaBam che esplode di gioia.

coach Martelossi (Mantova) si ritrova ancora in testa alla classifica
coach Martelossi (Mantova) si ritrova ancora in testa alla classifica

Mantova dopo una vera battaglia fa sua una partita bellissima e finalmente regala la prima vittoria su Verona ai tifosi virgiliani che oggi sono stati il sesto uomo in campo. Si scrive un’altra storica pagina della Pallacanestro Mantovana.  Dagli altri campi arriva la notizia della sconfitta di Treviso a Trieste e di Brescia a Bologna. Ora gli Stings tornano in vetta insieme ai veneti. Per la squadra di Martelossi ora ci sarà l’impegno della Final Eight di Coppa italia a Rimini il prossimo week end.

 

 

MVP: Alessandro Amici, 21 punti, 6 rimbalzi, 2 assist in 33 minuti sul parquet per il pesarese della Dinamica. Decisivi i suoi canestri per la vittoria di Mantova. GENIO E SREGOLATEZZA

TABELLINI

DINAMICA GENERALE MANTOVA: Ndoja (c) 2, Moraschini 4, Hurtt 5, Simms 17, Amici 21, Gergati 4, Di Bella 5, Gandini 2, Alviti, Fumagalli   all. A.Martelossi

Tiri dal campo:  21/52 (40%)   Tiri da due:  17/31 (54%)    Tiri da tre:  4/21 (19%)   Tiri liberi: 14/16 (87%)

Rimbalzi: 32 ( 5 offensivi, 27 difensivi) Amici 6 Simms 6 Ndoja 6

Assist:13    Moraschini 3 Gergati 3

Usciti per 5 falli:nessuno

 

TEZENIS VERONA: Boscagin (c) 5, Rice 16, Cortese 10, Da Ros 9, Chikoko 4, Saccaggi 12, Michelori 3, Petronio, Bernardi   all. M. Crespi

Tiri dal campo:  22/58 (37%)    Tiri da due:  14/37 (37%)  Tiri da tre: 8/21 (38%)   Tiri liberi: 7/11 (63%)

Rimbalzi: 33 ( 9 offensivi, 24 difensivi)  Da Ros 10

Assist: 6  Saccaggi 3

Usciti per 5 falli:  Da Ros

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.