Marc Gasol sempre più scontento a Memphis: “Questa è NBA, non la G-League”

NBA News

Marc Gasol ha espresso tutta la propria frustrazione dopo l’ennesima sconfitta stagionale dei suoi Memphis Grizzlies. Parole forti, che potrebbero lasciare strascichi in questa parte finale della stagione, che per la prima volta da tanti anni vede la franchigia non in lotta per un posto nei playoff, ma per una scelta al prossimo Draft.

Una situazione che però non è particolarmente apprezzata dal lungo spagnolo, ancora il giocatore-cardine del gruppo. Queste le due parole dopo l’undicesima sconfitta consecutiva maturata contro i Phoenix Suns:

“Non si tratta di qualcuno che giochi bene, o che si assuma le proprie responsabilità o di sviluppare i giocatori perché noi abbiamo già una lega per quello. Noi abbiamo una lega e una squadra qua a Memphis per far sviluppare i ragazzi. Questa è l’NBA, non la G-League”.

Parole forti, che probabilmente vanno indirizzate sia alla dirigenza che allo staff tecnico, rei di aver puntato su un organico  di poca esperienza e inadatto a una certa tipologia di competizione. Date le continue frizioni con i coach alternatisi sulla panchina di Memphis, è probabile che nella prossima estate il fratello di Pau faccia le valigie alla ricerca di nuovi lidi più competitivi? Un’ipotesi a questo punto sempre più percorribile.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.