marciulionis

Marciulionis accusa la Grecia di aver tentato di comprare la finale di Eurobasket 1987

Home Nazionali News

Sarunas Marciulionis negli anni ’90 fu il primo europeo ad avere un impatto importante in NBA, soprattutto con i Golden State Warriors con i quali sfiorò i 20 punti di media. Il lituano viene ancora ricordato come uno dei migliori europei di sempre, nel 1991 la FIBA lo inserì nella Top 50. La sua non fu una carriera vincente a livello di club, in compenso furono enormi i successi in Nazionale, prima con l’Unione Sovietica e successivamente, dopo il suo scioglimento, con la Lituania.

Durante un’intervista al magazine spagnolo Skyhook, Marciulionis ha però fatto una rivelazione importante, raccontando un retroscena incriminante di Eurobasket 1987. Quell’edizione, che si svolgeva in Grecia, vide trionfare gli ellenici in finale contro l’URSS, che si dovette accontentare della medaglia d’argento. Secondo quanto raccontato dal lituano, i greci avrebbero cercato di comprare la finale corrompendo i giocatori sovietici.

Ci offrirono soldi, ma nessuno di noi accettò. Solo il fatto di averci provato fece nascere dei dubbi all’interno della nostra squadra. Il problema era nostro, non avevamo avuto una comunicazione trasparente tra noi. Se il coach ci avesse riuniti e ci avesse chiesto di parlare di quel che era successo, sono sicuro che avremmo distrutto i greci in finale. Invece non facemmo nulla, rimanemmo confusi e alla fine perdemmo. Ora posso dire con ironia che contribuimmo al primissimo sviluppo del basket ellenico senza nemmeno venire pagati.

Accuse pesantissime, se vere. Panagiotis Fasoulas, stella di quella Nazionale greca, ha risposto per le rime a Marciulionis con un post su Facebook:

Caro Sarunas, non avrei mai pensato che ci potesse essere tanta meschinità nell’animo di un atleta come te. Fin dai giorni successivi al successo del 1987, siamo stati da voi ricoperti di false accuse, dicevate che avevamo usato delle sostanze illegale come doping. Poi seguirono i commenti razzisti del vostro coach che ci appellava come “mauritani”. Non dovresti perdere di vista il fatto che dominammo quell’Europeo prima di sconfiggere l’Unione Sovietica. Battemmo due volte gli USA, poi la Jugoslavia che aveva alcuni dei migliori giocatori del mondo. Ricorderai inoltre che l’URSS perse contro la Grecia anche ad Eurobasket 1989.

Capisco che le sconfitte della Nazionale per la quale giocavi abbiano causato serie fratture nell’immagine di superpotenza atletica, soprattutto perché subite per mano di una Nazionale in crescita come la Grecia. Non avrei mai creduto che questo potesse causarti così tanti problemi, che 34 anni dopo te ne saresti uscito con queste assurde bugie, ora dobbiamo soffrirne le conseguenze. Immagino che questo incidente del 1987 al quale ti riferisci sia passato “inosservato” alle autorità dell’URSS che vi scortavano. Dicono che il valore di chi perde aggiunge gloria al vincitore. Sfortunatamente, sei riuscito a rovinarlo, tre decadi e mezzo più tardi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.