Marco Carraretto, G.M. e consulente finanziario a Next Gen Educational: “Bisogna capire il mondo fuori”

Serie A News

Marco Carraretto ha vinto sei scudetti e sette coppe nazionali, tra coppa Italia e Supercoppa. Ma è venuto anche per lui il momento di tirare fuori dal cassetto la laurea in Economia ottenuta mentre giocava nella squadra che ha dominato il basket italiano quasi per un decennio, Siena. “Era il 2014,  firmai un contratto con Forlì – racconta -. Tre mesi dopo la squadra fallì. Ero ormai alla fine della mia carriera sportiva, capivo fosse venuto il momento di cercare una alternativa. I contatti avviati nei miei molti anni a Siena mi hanno indicato una nuova strada, che passava attraverso l’esame per diventare consulente finanziario. Non è stato facile rimettermi a studiare, ma alla fine ho avviato una attività che esercito tutt’ora”.

Perché Marco Carraretto è oggi il general manager della Fortitudo Bologna in Serie A ma non ha abbandonato la sua seconda attività nel campo della finanza. “Il doppio binario è una cosa che mi ha accompagnato fin dagli inizi – dice -. Giocare a basket ti fa inseguire degli obbiettivi con la tua squadra che è una cosa bellissima, studiare è stato per me una gratificazione a livello individuale. Laurearmi, anche se non ho fatto troppo caso alla media dei voti che ho conseguito, è stato qualcosa che mi ha gratificato molto come persona”.

Marco oggi ha 42 anni ed è un “giovane” manager di un grande club: toccherà a lui chiudere i quattro workshop della Next Generation Educational organizzati a Bologna durante le qualificazioni della Next Gen Cup. Agli under 18 lancia un messaggio semplice e chiaro: “Bisogna essere sempre curiosi, non concentrarsi soltanto sulla pallacanestro anche se la giochi al massimo livello. E’ indispensabile andare a vedere e capire come funziona il mondo fuori”.

COS’E’ NEXT GENERATION EDUCATIONAL IBSA

Next Generation Educational è un progetto della Lega Basket Serie A e di A Better Basketball sponsorizzato IBSA per scoprire, valorizzare, aiutare i giocatori dei vivai LBA o già professionisti in Serie A ad aver successo negli studi e a costruirsi un futuro nel mondo del lavoro durante la loro carriera sportiva.

La tappa di Bologna, che si tenendo durante i tornei di qualificazione della Next Generation Cup IBSA (27-28 dicembre, 2-3 gennaio 2020) prevede 4 workshop, uno per girone della manifestazione, nei quali gli under 18 delle squadre LBA possono interagire  con l’ex azzurro Marco Mordente, oggi Business Coach e Speaker ispirazionale, oltre che avvalersi delle testimonianze di numerosi personaggi del basket che hanno raggiunto importanti traguardi post carriera nel campo dello studio o del lavoro come Maurizio Ragazzi, Mauro Di VincenzoMarco Bonamico,Marco Carraretto. Il format, della durata di 75′ complessivi che si tiene al Novotel Fiera, accanto alla Virtus Segafredo Arena, presenta anche interventi video di giocatori di serie A impegnati in una carriera accademica e professionale.

L’obbiettivo finale di Next Generation Educational che come nella prima edizione proporrà un sondaggio scolastico con gli atleti della Next Generation Cup e il cui workshop finale si terrà a Pesaro durante le Final Eight di coppa Italia 2020, è sostenere i giocatori-studenti nelle scelte che vorranno compiere avvalendosi della collaborazione di atenei e scuole di formazione.

IL PROGRAMMA DI BOLOGNA (dalle 14.30)

Venerdì 27/12:  Maurizio Ragazzi, Marco Mordente

Sabato 28/12: Mauro Di Vincenzo, Marco Mordente

Giovedì 2/1/2020: Marco Bonamico, Marco Mordente

Venerdì 3/1/2020: Marco Carraretto, Marco Mordente

DOVE

Novotel Fiera Bologna, via Michelino 73

COME PARTECIPARE

Il workshop è riservato ai giocatori della Next Generation Cup e a tutti i rappresentanti delle società LBA e LBF (Lega Basket Femminile) che hanno il piacere di intervenire. Ma, compatibilmente con i posti disponibili, è aperto a tutti i giocatori, allenatori e dirigenti dei settori giovanili che vorranno presenziare: basta mandare una mail a A Better Basketball (info@abetterbasket.it) specificando il numero di persone e la data del workshop scelto. Visto il numero limitato di posti a disposizione, ABB si riserva di accettare o meno le varie richieste o, eventualmente, di proporre una data alternativa.

Fonte: Legabasket

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.