Marshall Henderson nei guai: insulti omofobi, poi corregge il tiro: “Volevo testare le reazioni”

Home

image-scaler

Giornata di fuoco per Marshall Henderson, testa calda dell’università di Ole Miss già più volte nei guai per problemi di droga. Il giocatore, classe ’90 e ormai fuori dai radar NBA anche per l’atteggiamento dentro e fuori dal campo, ha usato Twitter per scagliarsi contro Michael Sam, defensive end dell’Università del Missouri scelto al Draft NFL dai St. Louis Rams. Particolare: Sam è il primo giocatore dichiaratamente omosessuale a giocare nel campionato professionistico di football americano e Sportcenter ha trasmesso il video di un bacio tra il ragazzone e il suo fidanzato subito dopo l’annuncio della chiamata da parte dei Rams. Questa è stata la reazione di Henderson:

Il giocatore di Ole Miss ha fatto quindi intendere che tale scena, trasmessa in diretta nazionale, fosse dannosa e diseducativa per i suoi due fratellini. Ovviamente i cinguettii si sono scatenati nei confronti di Henderson, il quale poco dopo ha spiegato (o ha tentato di giustificarsi) come il messaggio fosse stato inviato per permettere ad uno dei suoi migliori amici, tra l’altro omosessuale, di poter compiere uno studio di psicologia sulle reazioni delle persone ad un insulto nei confronti di un gruppo particolare, appunto i gay in questo caso. Studio oppure no, questo non lo sappiamo di preciso, certo è che il passato del giocatore lascia parecchi dubbi su questa spiegazione.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.