udoka barnes

Matt Barnes sibillino su Udoka: “Situazione 100 volte peggiore di quanto si pensasse”

Home NBA News

Matt Barnes nelle scorse ore è stato uno dei tanti che hanno sollevato dubbi su quanto stia accadendo con Ime Udoka e i Boston Celtics. Inizialmente la situazione era stata presentata come una semplice relazione tra due adulti consenzienti, Udoka e una donna dipendente della franchigia. Per questo motivo in molti erano rimasti a bocca aperta nell’apprendere che il coach sarebbe stato sospeso per un anno per aver violato le regole della franchigia. Man mano che passano le ore, però, emergono altri dettagli, sempre molto nebulosi, che si spera in futuro ci potranno dare il quadro completo.

Ad esempio ieri si era iniziato a dire, con Shams Charania primo a parlarne, che il rapporto tra Udoka e la donna non fosse al 100% consenziente e che il coach avrebbe fatto dei “commenti inappropriati” nei suoi confronti. Probabilmente bisognerà scavare ancora più a fondo, un po’ perché è difficile credere che un anno di sospensione per uno dei migliori coach dell’ultima stagione NBA sia dovuta solo ad una regola infranta in maniera innocua, un po’ per le parole quasi commosse di Brad Stevens ieri in conferenza stampa. Il dirigente e predecessore di Udoka sulla panchina di Boston ha infatti mostrato massimo supporto per tutte le donne che lavorano per i Celtics. Qualcosa che non sarebbe stato richiesto se si fosse trattato di una semplice relazione sentimentale clandestina.

Ma torniamo a Barnes, che da qualche anno conduce un popolare podcast con Stephen Jackson. L’ex giocatore aveva inizialmente difeso Udoka, come molti sostenendo che la punizione fosse eccessiva per una relazione segreta. Ora però Barnes ha ritrattato, dicendo addirittura che la situazione è “100 volte peggiore di quanto pensassimo”.

Visto che faccio parte dei media e non voglio essere come tutti gli altri, voglio riportare e parlare dei fatti e onestamente devo dire che ho parlato in difesa di Ime Udoka senza conoscerli tutti. Dopo aver saputo i fatti, ho cancellato quanto avevo postato su questa situazione a Boston, che è oscura, terribile e 100 volte peggiore di quanto pensassimo tutti. Alcune cose che sono successe non posso perdonarle. Non è mio compito però dirvi cos’è successo.

Versione condivisa anche da Richard Jefferson, il quale il giorno prima aveva twittato sibillino: “Quando scoprirete la verità…”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.