matt ryan

Matt Ryan, ex rider e lavoratore in un cimitero, farà parte del roster dei Lakers

Home NBA News

La storia della stagione NBA potrebbe essere quella di Matt Ryan, l’ultimo giocatore confermato dai Los Angeles Lakers dopo il training camp. Classe 1997, di ruolo ala piccola, Ryan nella scorsa stagione era apparso in una sola partita per 5′ con la maglia dei Boston Celtics, suo esordio assoluto nella Lega. Ma la storia di Ryan è molto particolare, di quelle che la NBA è solita regalarci, spesso più simili a delle favole che a delle vere esperienze di vita vissuta.

Sì, perché Matt Ryan prima di entrare in G-League nel 2021, dopo 4 anni di college tra Notre Dame, Vanderbilt e Chattanooga, faceva le consegne per DoorDash, un’azienda che si occupa di consegne di cibo a domicilio. Non è stato comunque l’unico lavoro alternativo al basket nell’anno passato tra il Draft 2020 in cui non è stato scelto e la firma con i Grand Rapids Gold: il giocatore ha lavorato anche in un cimitero. In G-League per lui ci sono stati 19.4 punti di media, abbastanza per attirare l’attenzione della NBA.

I Lakers gli hanno dato una chance e lui ha risposto presente, segnando anche 20 punti in 20′ nella gara di preseason vinta contro i Golden State Warriors. Nelle gerarchie di Darvin Ham partirà sicuramente in fondo, ma non è detto che alla fine Ryan non riesca a ritagliarsi un ruolo da comprimario all’interno del roster giallo-viola.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.