Meo Sacchetti progressista: “Allarghiamo i campi da basket e aggiungiamo le regole NBA”

Home Nazionali News Serie A News

In un’intervista a Tuttosport, Meo Sacchetti, allenatore della Nazionale Italiana e di Cremona, propone le sue idee per il futuro del basket. Secondo l’esperto coach azzurro, i cambiamenti nel modo di giocare la pallacanestro porteranno a dei cambiamenti nel regolamento:

Ad oggi il basket è fatto di atletismo e soprattutto di tiro da tre. Per questo motivo, secondo me, sarebbe necessario allargare il campo, più che allontanare la riga dei tre punti. Al momento si stanno studiando entrambe le possibilità. Io preferirei l’allargamento del campo, perché in angolo è molto difficile giocare. Spesso i giocatori in angolo mettono il piede fuori dal campo nel tentativo di indietreggiare e prendere una tripla piuttosto che un “long-two”. Con un allargamento del campo, questo problema verrebbe ridotto.

Oltre all’allargamento del campo, Sacchetti vorrebbe importare alcune regole dall’America:

Ho sentito persone considerare l’idea di alzare il canestro. Io non lo farei. Piuttosto introdurrei la regola sull’interferenza a canestro, che in NBA viene punita. Quando la palla è sul cilindro e rimbalza, non si dovrebbe poterla spazzare via. Può ancora entrare nel cesto. In attacco è esattamente l’opposto: per me andrebbe permessa l’interferenza offensiva, ad esempio la schiacciata su errore al tiro, anche se la palla si trova ancora sul cilindro.

Le proposte sono innovative, senza dubbio, ma verranno prese in considerazione dagli enti responsabili? Potremmo davvero assistere a partite su campi da basket più larghi?

Fonte: Tuttosport

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.