Messina: “Il basket italiano sta meglio ma mi incazzo perché non è cambiato a livello di politica sportiva”

Home Serie A News

Ettore Messina compie oggi 60 anni e la coppia Daniele Dallera e Michele Gazzetti de Il Corriere dello Sport l’ha intervistato:

«Nel valutare un giocatore parto proprio dall’analisi della sua personalità, se ha carattere, se può essere leader, perché io ho paura di perdere tutte le partite e ho bisogno di giocatori che mi aiutino a farmela passare! Non voglio fare il “patacca” . Cerco cestisti dal grande talento, ma anche che abbiano dentro di sé la voglia di stare e fare le cose bene insieme».

MIGLIOR TALENTO COME COACH

«Pur non avendo giocato ad alto livello, credo di avere la capacità di capire se uno gioca per la squadra o per se stesso. Tu puoi passare la palla al compagno, ma un conto è farlo in funzione della squadra, per altruismo, e ben altra faccenda è passare la palla perché non hai di meglio da fare».

SITUAZIONE BASKET ITALIANO

«Più in salute, non a caso capace di attrarre ancora campioni come Teodosic o Rodriguez, molto competitivo, si può perdere ovunque. Ma non è cambiato a livello politico sportivo, ho partecipato ad una riunione della Lega e ho notato troppe assenze. Mi fa arrabbiare la superficialità! Inutile fare analisi filosofiche: a 60 anni mi incazzo e basta».

Fonte: Corriere della Sera

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.