Michael Jordan ha raccontato di quando rifiutò uno sponsor a causa del suo nome

Home NBA News

Michael Jordan, secondo l’ultimo report di Forbes, avrebbe attualmente un patrimonio di 1.9 miliardi di dollari, frutto del proprio brand Jordan e delle varie sponsorizzazioni con, tra gli altri, marchi come Gatorade e Hanes. Intervistato da Business Insider, l’attuale proprietario degli Charlotte Hornets ha rivelato alcuni aneddoti della propria carriera, non inerenti al campo bensì al tavolo degli affari.

MJ ha infatti raccontato di aver rifiutato un contratto da un milione di dollari solo perché non gli andava a genio il nome del brand, Beanee Weenee, una marca di fagioli in scatola.

Due o tre anni fa, la Quaker Oats è venuta da me per chiedermi di sponsorizzare i fagioli Beanee Weenee, mi pare fosse quello il nome. Ne avete mai sentito parlare? Si trattava di circa un milione di dollari all’anno. Gli ho risposto: “Beanee Weenee? Come posso stare di fronte a una telecamera e dire che mangerò Beanee Weenee?”. Se avessi voluto essere un businessman tosto, avrei potuto stringere tanti accordi, come uno con la Johnson Products ad esempio. Avevo un accordo con loro per la cura dei capelli. Avevo ancora due o tre anni di contratto quando ho iniziato a perdere i capelli, quindi mi sono tirato fuori dal contratto. Se avessi voluto guadagnarci ancora, avrei potuto dire: “Andate al diavolo, mi dovete dei soldi!”, ma non l’ho fatto.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.