Michael Jordan si esprime sulle proteste: “Ne abbiamo avuto abbastanza”

Home NBA News

Come è stato sottolineato in The Last Dance con accezione negativa, è insolito che Michael Jordan si esponga pubblicamente riguardo questioni sociali negli USA. La frase “anche i repubblicani comprano le sneakers”, per quanto ironica, ha intaccato agli occhi di molti l’immagine della leggenda dei Chicago Bulls nonostante siano passati ormai quasi 30 anni.

Jordan però non è rimasto in silenzio questa volta, vedendo le proteste che stanno imperversando in tutti gli Stati Uniti dopo l’uccisione di George Floyd da parte della polizia di Minneapolis. His Airness ha emesso un comunicato ufficiale nel quale si schiera dalla parte dei manifestanti:

Sono profondamente rattristato, davvero addolorato e francamente arrabbiamo. Vedo e sento il dolore di tutti, l’oltraggio e la frustrazione. Sto dalla parte di coloro che stanno denunciando il razzismo radicato e la violenza nei confronti delle persone di colore nel nostro Paese. Ne abbiamo avuto abbastanza.

Non ho le risposte, ma le nostre voci collettive mostrano la forza e l’incapacità di essere divisi da parte di altri. Dobbiamo ascoltarci a vicenda, mostrare compassione ed empatia e non voltare le spalle alla brutalità senza senso. Dobbiamo continuare a esprimerci pacificamente contro l’ingiustizia e domandare responsabilità. La nostre voce unificata deve mettere pressione ai nostri leader per cambiare le leggi, o altrimenti dovremo usare il nostro diritto di voto per produrre un cambiamento nel sistema. Ognuno di noi deve essere parte della soluzione, e dobbiamo lavorare insieme per assicurare giustizia per tutti.

Il mio cuore è con la famiglia di George Floyd e con tutti gli innumerevoli altri le cui vite sono state brutalmente e insensibilmente portate via attraverso azioni razziste e ingiustizia.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.