Michael Porter Jr delirante sul coronavirus: “Usato per il controllo della popolazione, io mai vaccinato”

Home NBA News

Michael Porter Jr era già stato al centro di una polemica sui social dopo alcuni tweet riguardanti l’omicidio di George Floyd qualche mese fa. Ora il rookie dei Denver Nuggets, che ha esordito nella “bolla” un paio di giorni fa con un’ottima prova da 19 punti e 7 rimbalzi nell’amichevole contro i Magic, si è invece lanciato in un delirante discorso sul coronavirus.

Porter Jr, nell’ambito di un Q&A sul proprio profilo Snapchat, non ha negato l’esistenza del Covid-19, ma ha sostanzialmente detto che sarebbe stato usato dai poteri forti per esercitare un controllo sulla popolazione. “Personalmente penso che ovviamente il coronavirus stia venendo usato per un piano più grande. Sta venendo usato per un controllo della popolazione, per un controllo delle masse. L’intero mondo sta venendo controllato” ha dichiarato il giocatore, che poi ha parlato anche di vaccini. Porter Jr ha detto di “non essersi mai vaccinato nella sua vita”, quasi come fosse un vanto. Clevis Murray, giornalista di The Athletic, ha comunque fatto notare che l’università del Missouri, quella frequentata per un anno dal giocatore prima della NBA, ha come criterio di ammissione proprio quello di essere vaccinati, quindi il giocatore avrebbe mentito.

Porter Jr ha concluso il proprio discorso dicendo che il coronavirus sarebbe stato comunque trattato in maniera “esagerata”. Gli Stati Uniti ad oggi contano oltre 150.000 morti, è quindi semplice capire perché le parole del ragazzo stiano creando così tanta polemica in queste ore.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.