Micic è devastante e l’Efes non stecca la trasferta contro l’ALBA Berlino

Coppe Europee Eurolega

ALBA BERLIN – ANADOLU EFES ISTANBUL 86-99
(21-32/26-18/18-29/21-20)

Primo quarto scoppiettante nella capitale tedesca con gli ospiti subito all’attacco con un super Micic. I turchi infatti non solo tengono botta ma anzi volano oltre i tre possessi di vantaggio con Pleiss e Anderson. 32 punti sono tanti in un quarto, l’ALBA non riesce a contenere e alla sirena è +11 Efes (21-32). La risalita dei padroni di casa parte da Nikic e dal break di 8-0 che riapre parzialmente la gara. Simon interrompe il parziale e da fiducia ai suoi, che non vanno mai sotto anche grazie alle maglie larghe della difesa berlinese; Micic nel frattempo tocca quota 15 e risponde a un ottimo Ericksson, il più pericoloso dell’ALBA. Moerman chiude alla sirena ma il gap è pressocché liquidato (47-50).
Gli ospiti ritornano nel parquet con grande grinta e trovano subito il +9 sfoderando il miglior arsenale possibile. L’ALBA fatica, Pleiss e Beaubois ne approfittano e allungano sul +13 in un amen. Giedraitis è il più pericoloso nel mare mosso che è l’attacco dei locali; il finale è tutto biancoblu, con due triple mortifere a chiudere il terzo periodo (65-79). L’ultimo quarto è all’insegna dell’equilibrio, con le squadre che si allungano nonostante la stanchezza e la poca lucidità. Hermannsson e Giedraitis sono gli ultimi ad arrendersi, mentre Beaubois e Pleiss giocano per il tabellino, che vola sopra i 15 punti. Alla fine sarà l’ALBA a vincere il parziale, con l’Efes però vincitrice assoluta della disputa (86-99).

ALBA BERLIN: Hermannsson 19 – Giedraitis 14 – Ericksson 13

ANADOLU EFES ISTANBUL: Micic 23 – Pleiss 18 – Beaubois 15

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.