Milano-Avellino: le parole di Pianigiani e Maffezzoli in gara -5

Home Serie A News

Milano conquista gara -5 e quindi le semifinali di playoff grazie ad una prestazione magistrale e di organico. Ecco le parole dei coach Pianigiani e Maffezzoli nel post partita.

Coach Pianigiani – “Partita eccellente da tutti i punti di vista. Era una serie molto dura per il valore degli avversari che hanno un roster di grande valore. Noi come abbiamo detto in sede di presentazione abbiamo dovuto cambiare e stravolgere l’assetto. Parlo di un playmaker su cui avevamo costruito il nostro assetto e abbiamo dovuto trovare nuove collaborazioni. Non avevamo fatto male in gara -1 ma abbiamo perso molte energie e un po’ di fluidità. Era necessario allungare la serie, lavorare e non mollare. Questo è quello che è successo. Avevamo avuto una bella partita in gara -3 quando eravamo sul +5, ma un ulteriore passo l’abbiamo fatto poi in gara -4. Stavamo crescendo, abbiamo condotto per 40’ e oggi abbiamo trovato anche grande intesa con sole 7 palle perse, la squadra ha eseguito molto bene in molte situazioni, tutti insieme. L’aspetto più importate è stata la disponibilità di questi giocatori. Ieri mattina dopo il ritorno da Avellino, Nedovic non si sentiva molto di giocare, pensava non poter aiutare molto ma gli abbiamo fatto capire che per noi è una chiave. Dopo di che ha dato la sua disponibilità per entrare prima e dare una grande mano seppur con un minuti ridotti. Mike James è voluto stare coi suoi compagni e dopo il lavoro dell’altra mattina è venuto ad Avellino. Adesso arriva Sassari con una bella serie di vittorie consecutive, una squadra al massimo della fiducia, cosa che noi non abbiamo. Ma ci siamo. Dobbiamo vivere l’opportunità perché questo è un posto che ha fatto la storia della pallacanestro. Qua ne abbiamo l’occasione, questa è la volontà con cui devono giocare i miei. Devono sentire questo sulla pelle e non tutto quello che li circonda”

Coach Maffezzoli – “Complimenti a Milano e un grande in bocca al lupo per il proseguo dei playoff. Non ho mai dato a nessuno l’alibi di quello che ci è successo in termini di infortuni. I miei ragazzi sono strati incredibili: hanno giocato su un solo piede e sottoponendosi a punture prima della gara. Sono un grandissimo gruppo, sono soddisfatto di questa serie. Finito il campionato hanno cambiato pelle, hanno giocato a larghi tratti alla pari di Milano. Per questo vorrei ringraziare il nostro pubblico, ci dovevamo meritare questo calore e nonostante siamo usciti sconfitti, la nostra tifoseria ha fatto un lavoro speciale. Auguro il meglio a chi non sarà più con me l’anno prossimo. Abbiamo fatto qualcosa di incredibile. Patrick ha firmato con noi a dicembre ed era una scommessa, sapevamo dei problemi fisici, ma è stato un grande. E’ stato lui a dirmi di voler giocare oggi, è un ragazzo dalle qualità umane incredibili. Lo porterò sempre d’esempio. Devo solo ringraziarlo”

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.