Milano-Baskonia, le pagelle: Della Valle fa il fenomeno, bene Roll e finalmente Mack è un fattore per l’Olimpia

Coppe Europee Eurolega Home

Olimpia A|X Armani Exchange Milano

Amedeo Della Valle: 8. MOSTRUOSO. Un primo tempo abbastanza in sordina ma nella ripresa è stato il vero e proprio mattatore. Questa sera, se Milano è riuscita a vincere, buona parte del merito è suo. Grazie a questi 15 punti, ha eguagliato il proprio career-high in EuroLega.

Shelvin Mack: 6.5. Inizio disastroso: cerca un extra pass per un compagno che non esiste e scaraventa la palla in tribuna. E Messina non la prende bene. Poi sale di colpi, sia in attacco sia in difesa, e mette un importante mattoncino in questa vittoria, permettendo a Rodriguez di giocare meno di 25 minuti.

Vladimir Micov: 7. Che dire? Il professore è sempre il professore. Difensivamente fa più volte impazzire Shengelia e offensivamente sembra vada a rallentatore ma poi, in qualche modo sconosciuto a noi esseri umani, trova sempre la soluzione migliore e ciò spesso significa o un canestro oppure un assist.

Arturas Gudaitis: 6. Solamente 12 minuti e mezzo in campo ma quella schiacciata entra di diritto nella top 10 del turno.

Michael Roll: 7.5. Questa si è trattata forse della prima vera partita da Michael Roll a Milano. Il tunisino ha infuso tranquillità ai compagni nei momenti difficili.

Sergio Rodriguez: 6.5. Questa sera El Chacho non ha dovuto fare il fenomeno per permettere ai suoi di vincere questa gara. Si è limitato ad offrire una prestazione “normale”, fatta di alti e bassi e non solo alti, come accaduto, per esempio, con i catalani.

Kaleb Tarczewski: 6.5. Eric e Fall non erano due clienti facili da tenere a bada ma tutto sommato ci è riuscito e ha comunque strappato 7 rimbalzi, anche se tutti difensivi.

Nemanja Nedovic: 5. Senza ombra di dubbio il peggiore dei suoi. Ad oggi il serbo è offensivamente poco utile se non gli si crea spazio per tiri in uscita dai blocchi oppure con enorme libertà di campo dinnanzi a sé.

Jeff Brooks: 6. Lotta e si sbatte per i compagni. Può sicuramente fare di più perché negli anni ha dimostrato di poter dare una mano anche in attacco.

Luis Scola: 6. Come per Rodriguez, anche l’argentino non ha dovuto attivare la modalità fenomeno. Si è limitato a supportare i compagni, complice un reparto lunghi del Baskonia di tutto rispetto.

All. Ettore Messina: 7. Certo, i baschi non sono il Barcelona, ma c’è una caratteristica in comune: la difesa nel quarto quarto. Anche questa sera gli italiani hanno stretto tantissimo le maglie, tant’è che dopo quasi 5 minuti dall’inizio dell’ultimo periodo i punti subiti erano solamente 2. Messina lo ripete da luglio: la chiave per il successo di quest’Olimpia è la difesa. E adesso ce ne siamo resi conto.

Kirolbet Baskonia Vitoria-Gasteiz: Vildoza 5.5, Gonzalez SV, Henry 6.5, Janning 5, Diop SV, Fall 6.5, Stauskas 6.5, Shengelia 6.5, Garino 5, Shields 5, Polonara 5, Eric 5.5.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.