Milano cede, il Maccabi è alle Final4 di Eurolega

Home

Maccabi Electra Tel Aviv – EA7 Emporio Armani Milano 86-66

(19-21; 35-43; 54-56)

 

 

Con questa Gara-4 delle Final-8 finisce ufficialmente l’avventura europea 2014 dell’Olimpia Milano. Il Maccabi Electra nel suo campo è decisamente troppo forte (si contano solo 4 sconfitte tra campionato e Eurolega quest’anno), sostenuto da un pubblico che infiamma letteralmente la Nokia Arena. Per vincere, l’EA7 doveva giocare un basket ai limiti della perfezione: ci riesce per un tempo, ma il diesel di coach Blatt ingrana facendo calare il sipario.

L’Olimpia però non esce assolutamente a testa bassa, anzi. In questa competizione ha saputo esprimere un gran bel gioco, che mancava da troppo, facendola comunque approdare tra le prime 8 d’Europa, perdendo soltanto 3 volte in casa, con un Forum che ha saputo sostenere la sua squadra, superando il record delle 100.000 presenze.

 

Schortsanitis attira subito dentro l’area la difesa di Milano, mentre i suoi compagni concretizzano dall’arco (14-8 al 3’). Milano risponde con Langford e Samuels per un mini-break di 0-5. Moss e Lawal, sostenuti ancora da Langford, portano l’Olimpia a conquistare il primo quarto (19-21 al 10’). Nella seconda frazione è Blu che riporta avanti i suoi con un canestro da tre punti, ma nuovamente Moss e Langford spingono Milano sul 31-34 del 15’. Concretizzando due scarichi di Kangur, Jerrels firma la doppia cifra di vantaggio e in chiusura il punteggio dice 35-43.

 

Terminato l’intervallo lungo il Maccabi parte subito a razzo, piazzando un parziale di 9-0 ai danni degli ospiti (44-43 al 23’). I viaggi in lunetta mal sfruttati sono ancora un tallone d’Achille per l’Olimpia, troppo appesa a Langford in attacco. E’ ancora lui infatti che, grazie ad un assist di Hackett, riporta i suoi avanti di un possesso al 30’ (54-56). Purtroppo però per gli uomini di coach Banchi il Maccabi decide di ingranare la quinta nell’ultima frazione: in meno di 4 minuti, i giallo-blu schizzano sul 67-59 grazie ad un esplosivo Tyus, supportati dal loro pubblico che rende la Nokia Arena un inferno per Milano. Hackett ci mette una pezza, ma Rice buca la difesa milanese due volte riportando il Maccabi a +11. Le percentuali dei padroni di casa al tiro aumentano e D. Smith dall’angolo segna il canestro del 74-62 che condanna notevolmente Milano. Nei minuti finali gli israeliani aumentano il divario, sfruttando anche il calo di energie dell’EA7 (86-66 al 40’).

Maccabi: A. Tyus e R. Hickman 16, D. Smith 13. Rim (36): A. Tyus e D. Smith 9. Ass (22): T. Rice 6.

EA7: K. Langford 28, D. Hackett 10, D. Moss e C. Jerrells 8. Rim (29): D. Hackett 6. Ass (13): D. Hackett e D. Moss 4.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.