Milano ci prova nel finale ma Spanoulis è decisivo, vittoria Olympiacos

Coppe Europee Eurolega Home

Olympiacos Pireo – AX Armani Exchange Olimpia Milano 87 – 80

(26 – 16;  22 – 17;  22 – 19;  17 – 27)

Punteggio abbastanza bugiardo al Pireo, dove l’Olympiacos rimane in controllo per tre quarti e mezzo fino alla rimonta tentata da Milano nel finale, quando però coach Sfairopulos decide di rimettere in campo i suoi veterani McLean, Papanikolaou (sua la tripla del + 11) e soprattutto Vassilis Spanoulis, che con un assist  e 6 punti tutti dalla linea della carità chiude una partita che i biancorossi si erano complicati quasi da soli.

Nella prima metà del primo quarto l’Olympiacos si affida molto al suo tiro da tre punti, mandando a bersaglio 3 delle 4 triple tentate, in un parziale di 14 – 6 che costringe coach Pianigiani a fermare la partita con un timeout. Milano però continua a subìre in difesa e va anche in doppia cifra di svantaggio, fino alla tripla  di Curtis Jerrels, entrato da un paio di minuti, ed il canestro di Kaleb Tarczewski del 20 – 13. Tuttavia i greci del Pireo riescono a chiudere i primi ’10 sul + 9 grazie allo strapotere fisico dei biancorossi, che si traduce in due palle rubate da Papapetrou e Mantzaris e da ben 5 rimbalzi offensivi

 

Milano riesce a tornare a due possessi di distanza dai padroni di casa grazie ai punti di Kuzminskas (che poi però sbaglierà due tiri liberi) e Jerrels, ma è ancora dai 6 metri e 75 che l’Olympiacos allunga le distanze, con Wiltjer (2/3) e Papapetrou (1/1), tornando sul + 12 al ’16. Pianigiani, dopo un altro timeout, rimette sul parquet Andrew Goudelock (2/10 dal campo ed un fallo per lui) e Tarczewski, e malgrado le percentuali non eccelse della guardia americana, loro rimarranno le uniche bocche di fuoco dell’Olimpia fino a fine primo tempo, con 11 punti totali, mentre l’Olympiacos lentamente scappa via sul + 14 grazie ai comodi punti guadagnati dalla lunetta, dove convertono 5 liberi su 5.

Nella ripresa i greci continuano a dominare l’area degli avversari, specialmente con le incursioni di Papanikolau ed i centimetri di Nicola Milutinov, e l’Ea7 rimane costantemente con uno svantaggio attorno ai 15 punti nonostante la buona prova offensiva di Tarczewski, in doppia cifra con 11 punti (5/6 dal campo) già al ’22. La squadra di Giorgio Armani ha qualche possibilità di recuperare qualche punto con i tiri liberi, ma ne convertono solo 3 su 6 guadagnati. Spicca, negativamente, Mindaugas Kuzminskas che oltre a sbagliare un altro libero fa 0/3 nel pitturato biancorosso.

Nell’ultimo quarto L’Olympiacos, sicuro del proprio vantaggio, svuota la panchina e trova qualche difficoltà in più in attacco, ma tocca il massimo vantaggio al’33 dopo i due punti di Kyle Wiltjer, che valgono il + 19 per i suoi. Milano prova una tardiva rimonta a ‘3 dalla fine, con un parziale lampo di 0 – 9 guidato da Kuzminskas (4 punti), Cinciarini (2) e Goudelock (3), ma coach Sfairopulos legge la situazione, chiama timeout e, rimettendo sul parquet i suoi veterani, vince la partita.

Tabellini

Olympiacos: McLean 6, Toliopoulos 0, Papapetrou 11, Spanoulis 14, Milutinov 8, Strelnieks 0, Printezis 7, Papanikolau 15, Mantzaris 8, Bogris 1, Wiltjer 15, Thompson 2.

Milano: Goudelock 20, Micov 11, Pascolo DNP, Kalnietis 3, Tarczewski 12, Kuzminskas 12, Cinciarini 2, Cusin 0, Abass 0, M’Baye 0, Theodore 5, Jerrels 15.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

1 thought on “Milano ci prova nel finale ma Spanoulis è decisivo, vittoria Olympiacos

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.