Milano è troppo per Brescia: Tarczewski e Jerrells spingono l’Olimpia alla vittoria

Home Serie A News

AX ARMANI EXCHANGE MILANO – GERMANI BASKET BRESCIA 87-75

(28-22; 18-18; 17-16; 24-19)

Clima natalizio al Forum di Assago, dove l’Armani Exchange scende in campo per il derby contro la Leonessa Brescia: per Milano si tratta dell’ottava partita in 20 giorni e coach Pianigiani è costretto a far riposare Gudaitis e Nedovic, mentre Brescia, dopo la delusione in EuroCup, prova a dare continuità alla vittoria contro Cremona, ancora senza Vitali e Ceron e dopo aver salutato in settimana Bryon Allen.

La gara inizia subito sui giusti binari per gli ospiti, che con un 5-0 firmato Laquintana-Cunningham costringe Pianigiani al primo timeout dopo solamente 1:49 di gioco: dopo alcuni possessi interlocutori, i giocatori scaldano le mani e danno vita ad un primo quarto molto divertente, in cui Milano si affida alle giocate del solito Mike James, che trova ripetutamente i compagni dentro e fuori dall’area, mentre Brescia pesca un paio di conigli dal cilindro con Moss e Laquintana (tripla allo scadere del 10′) e rimane a contatto (28-22) nonostante i 28 punti subiti in 10 minuti.
Le due squadre sono caldissime dall’arco: Zerini e Moss ristabiliscono la parità a quota 35 ed in generale Brescia sembra mettere più energia degli avversari sul parquet; Milano, però, rimane sempre avanti nel punteggio e va avanti 46-40 alla pausa lunga grazie ad una bella giocata difensiva di capitan Cinciarini su Cunningham allo scadere del quarto.

Nel terzo periodo, la gara continua sul filo dell’equilibrio, con Brescia che si affida alle iniziative di Cunningham e ad una difesa finalmente efficace, mentre i lunghi di Milano la fanno da padrone sotto i due canestri: Tarczewski e Burns fanno sentire la propria fisicità ma ciò non basta ad abbattere le resistenze degli ospiti. Laquintana non fa rimpiangere l’assenza di Vitali e continua a colpire dall’arco, mentre dall’altra parte Jerrells la fa da padrone e porta i suoi fino al +7 del 30′.
Brooks e Jerrells mantengono avanti Milano, mentre coach Diana schiera Moss da playmaker per tanti minuti:l’ex Milano risponde presente ma a Brescia manca fisicità in mezzo all’area, dove Tarczewski e Burns fanno il vuoto, ben coadiuvati dalle soluzioni perimetrali di Jerrells. Milano raggiunge il massimo vantaggio sul +13 del 35′, con James in panchina a riposare ed una difesa che sale di livello: coach Diana cerca di fermare l’emorragia con un timeout a 4′ dalla fine, ma l’Armani Exchange ha semplicemente troppe soluzioni offensive; Cinciarini ruba due palloni consecutive e Tarczewski capitalizza: gli ultimi 2 minuti sono di pura accademia e Milano si aggiudica il derby di Natale.

Milano: Tarczewski 23, Jerrells 19, Cinciarini 9, Burns 8, Della Valle 8, Fontecchio 6, Brooks 4, Kuzminskas 4, Micov 3, James 3, Bertans, D’ambrosio.
Brescia: Cunningham 21, Laquintana 15, Moss 13, Abass 8, Beverly 8, Zerini 5, Sacchetti 3, Hamilton 2, Mika, Mensah NE, Dalcò NE, Caroli NE.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.