punter

Milano infallibile dall’arco: la Fortitudo travolta al Forum

Home Serie A Recap

Olimpia Milano 98 – 72 Fortitudo Bologna

(30-11; 59-33; 82-58; 98-72)

L’Armani AX Milano nonostante il doppio turno di Eurolega settimanale non fa sconti alla Fortitudo Lavoropiù Bologna che al Forum viene letteralmente travolta 98-72. Tutto facile per gli uomini di Messina che hanno dominato la contesa sin dalla palla a due, grazie ad una strepitosa prestazione dall’arco (21/31 da tre e record del club) e da un Kevin Punter impeccabile (25 punti di cui 22 siglati nel primo tempo). Il 30-11 di fine primo quarto ha infatti ben presto indirizzato le sorti del match, incanalandole su binari ben congeniali ai biancorossi e condannando al ko la Fortitudo, alla quale non sono bastati i 17 punti di Dario Hunt e i 13 di Adrian Banks.

Milano non perde tempo e fa malissimo alla Fortitudo con le triple di Rodriguez e Punter che tracciano la rotta verso il 10-0 che dopo meno di 3’ costringe Dalmonte al timeout. Al ritorno in campo Hunt riscatta le disattenzioni iniziali segnando due canestri in un amen, ma non basta per fermare la mareggiata biancorossa guidata da un Punter scatenato che trascina i suoi, bravi a sfruttare anche le tante palle perse della Fortitudo e il tiro da fuori, al +16 (20-4) a metà del quarto d’apertura. La Lavoropiù ùraccoglie troppo poco dai suoi esterni e al suono della prima sirena ha già ben 19 lunghezze di ritardo (30-11). Il match si mette così ben presto in discesa per l’Olimpia che ruota  tutti i suoi uomini, è infallibile dalla lunga (9/9 da tre iniziale) e tiene a bada senza patemi gli avversari che provano ad aggrapparsi ai guizzi di Baldasso e Hunt ma riescono ad arrivare soltanto fino al -15 prima di essere spediti addirittura a -26 dal “solito” Punter e da Biligha e Roll (59-33 al 20°).

Uno scarto che, nonostante i due quarti ancora da giocare, suona già come una sentenza di condanna per i biancoblu che provano comunque a tirar fuori l’orgoglio ed escono dagli piazzando un 12-4 per il -18 ma poi, come colpiti da un elastico, scivolano nuovamente in un amen sotto i colpi di una Milano che non perdona e tocca il suo apice sul +33 siglato da oltre l’arco da capitan Cinciarini a metà della frazione conclusiva.

Milano: Punter 25, Moretti 6, Micov 14, Moraschini 3, Roll 16, Rodriguez 11, Tarczewski 4, Biligha 4, Cinciarini 3, Shields 4, Datome 3, Wojciechowski 5.

Fortitudo: Banks 13, Aradori 7, Saunders 10, Manna NE, Hunt 17, Pavani NE, Fantinelli 4, Baldasso 9, Cusin 2, Withers 5, Totè 5.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.