Milano non si ferma ed espugna anche l’Allianz Dome: Trieste si batte con orgoglio ma non basta

Serie A News

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE – AIX ARMANI EXCHANGE MILANO 65 – 87

(12-26; 24-19; 9-24; 20-18)

All’Allianz Dome andava in scena l’incontro tra i padroni di casa di Trieste e la corazzata Milano, valido per la terza giornata della Serie A 2020-21. Nuovo debutto per Federico Mussini con la maglia dell’Allianz, che doveva fare a meno di Udanoh, Henry e Cavaliero in questo match. Per gli ospiti, invece, erano ancora fermi ai box Punter e Micov. Alla fine a spuntarla è proprio Milano, che dall’inizio alla fine del match ha sempre tenuto in mano il pallino del gioco, concedendo poco o nulla alla compagine giuliana. Solo nel secondo periodo Trieste è riuscita a tornare in partita, ma i milanesi hanno poi chiuso i conti nel terzo quarto portando a casa una facile vittoria. LeDay con 14 punti e 14 rimbalzi si conferma il migliore per l’Olimpia, che porta in doppia cifra anche Datome e Shileds, che chiudono entrambi a 13. Ai giuliani, invece, non bastano i 17 punti di Doyle e la buona prova di Alviti, che termina il match con 13 punti e 12 rimbalzi.

Dopo il 4-4 iniziale firmato Tarczewski-Shileds da una parte e Upson-Grazulis dall’altra è Trieste a provare l’allungo sempre con il suo numero #3, ma è un fuoco di paglia. Messina chiama time-out e l’Olimpia ci mette poco e niente a confezionare un 11-0 di parziale che spacca subito la partita. Protagonisti indiscussi Shields e LeDay che portano Milano a +10. Upson e Grazulis non bastano e gli ospiti chiudono sul 26-12 il primo quarto grazie soprattutto a sette punti in fila di Datome. Nel secondo quarto Alviti prova subito a riaprirla con la tripla, ma ancora Datome risponde con la stessa moneta e l’Olimpia torna a +14. Milano continua a dominare e con un altro parziale di 10-0, iniziato da Shileds e chiuso da Rodriguez, allunga ancora, portandosi sul 39-18. Trieste, però, reagisce con orgoglio e guidata da Fernandez e Laquintana risponde con un 15-2 di parziale. Milano, invece, non segna più dal campo e la partita si riapre clamorosamente con i padroni di casa che si ritrovano a -8. Sempre Datome prova a fermare l’emorragia milanese, ma Doyle non ci sta e l’Allianz e il primo tempo si chiude sul 36-45: Trieste è ancora viva!

Non solo LeDay anche Datome si conferma tra i migliori di Milano con 13 punti totali contro Trieste (Foto sito Olimpia Milano).

Al rientro in campo Milano sembra ancora in difficoltà, ma ci pensano Brooks e Shileds a togliere le castagne dal fuoco all’Olimpia. Ecco allora che gli ospiti tornano sul +17, mentre Trieste è a corto di fiato e ricomincia a faticare. Grazulis non basta e Roll e LeDay segnano ancora, così l’Olimpia vola anche a +20. I padroni di casa non mollano trovando con Upson e Fernandez il -16, ma Milano non si ferma. Prima della fine del periodo arriva anche il +24 grazie ai canestri di Moraschini e LeDay, mentre l’Allianz alza definitivamente bandiera bianca. L’ultimo quarto diventa, così, pura accademia per i milanesi, anche se Alviti e compagni continuano a combattere con onore. La gara si avvia così verso la sua naturale conclusione senza sconvolgimenti: per gli ospiti segna anche Moretti, mentre Doyle aggiusta le sue statistiche dall’arco e Dalmasson fa scendere in campo anche Coronica e Arnaldo. Finisce così con la terza vittoria di fila per Milano con il punteggio di 65-87.

Ottima prova di Davide Alviti contro l’Olimpia: l’ex Stings chiude con 13 punti e 12 rimbalzi.

 

TABELLINI:

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE: Da Ros 0, Doyle 17, Coronica 0, Upson 11, Arnaldo 0, Mussini 2, Grazulis 8, Alviti 13, Laquintana 5, Fernandez 9; Rimbalzi: 44 (Alviti 12); Assist: 11 (Fernandez 4);

Coach: Eugenio Dalmasson

AIX ARMANI EXCHANGE MILANO: Moretti 5, Brooks 5, Biligha 0, LeDay 18, Cinciarini 6, Roll 5, Hines 5, Moraschini 9, Rodriguez 3, Datome 13, Shileds 13, Tarczewski 6; Rimbalzi: 49 (LeDay 14); Assist: 15 (Shields 4);

Coach: Ettore Messina

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.