Milano, e ora? Proli si prende la responsabilità, per la panchina si punta Blatt

Serie A News

Il giorno dopo l’eliminazione in semifinale di Playoff contro Trento, l’Olimpia Milano inizia a riflettere sul proprio futuro, che dovrà essere glorioso per lavare via un’annata negativa come questa. Il presidente Livio Proli si è preso ogni responsabilità di questo flop parlando con La Gazzetta dello Sport: “Gli errori sono tutti miei, non dell’allenatore o dei giocatori. Puntare sulla continuità con tante conferme è stata una mia scelta, anche se qualcuno avrebbe voluto fare diversamente. Non si può uscire senza onore e orgoglio come abbiamo fatto, sicuramente la stagione non arriva alla sufficienza. Gentile? Bisognerà riflettere insieme al coach”.

Proprio quel Gentile che nelle ultime ore sembra essere giunto al capolinea anche con Simone Pianigiani e l’Hapoel Gerusalemme, sua terza squadra in una sola stagione. Oltre al dubbio sull’ex capitano, Milano dovrebbe confermare il blocco degli italiani (Pascolo, Abass, Fontecchio, Cinciarini) e cambiare quasi totalmente il resto: già nota e in attesa di ufficializzazione la partenza di Miroslav Raduljica, sempre secondo la Gazzetta lasceranno anche Jamel McLean, Rakim Sanders e Ricky Hickman.

Infine, anche se Jasmin Repesa ieri sera in conferenza stampa aveva dichiarato che la sua avventura sulla panchina meneghina non è finita, stamattina David Pick ha riportato l’interesse di Milano per David Blatt, quest’anno coach del Darussafaka e cercato anche da altre big di Eurolega, e le conseguenti trattative per la rescissione già avviate con il croato.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.