milano

Milano-Roma, le pagelle: Shields e compagni letali, Roma evita la deriva

Pagelle Serie A

Il risultato rispecchia le previsioni e l’Olimpia Milano vince senza troppi problemi contro la Virtus Roma per 93-71. Per l’Armani un’ottima gara da parte della panchina. Le cosiddette “seconde linee” lasciano respirare i vari Hines, Rodriguez, Roll, visto il doppio impegno settimanale in Eurolega della scorsa settimana e gli infortuni di Punter, Micov e Delaney. Per Roma arriva una prestazione piuttosto solida in cui il giusto atteggiamento ha evitato la deriva totale del match. I ritmi alti fino alla fine hanno permesso ai capitolini di allenare situazioni di gioco pericolose, in vista di match più abbordabili.

AX ARMANI EXCHANGE MILANO

COACH MESSINA 9: Gestisce bene le energie della sua squadra, considerando il quarto impegno nella stessa settimana. Presta attenzione a tutti i dettagli fino alla fine, nonostante il vantaggio maturato.

LEDAY 8: Una certezza dell’Armani che, soprattutto in campionato, ripone in lui grandi aspettative nel pitturato difensivo. Attacca spesso il ferro, guadagnandosi parecchi viaggi in lunetta.

MORETTI 8,5: Chirurgico e preciso nei momenti chiave in cui Roma prova timidamente ad accendersi, fa quello che gli riesce meglio.

MORASCHINI 7: Posto a difesa di Baldasso, con il suo fisico limita molto l’attacco romano in avvio di gara, scivolando facilmente in difesa a coprire tutti i ruoli

ROLL 5.5: Abbastanza sottotono ma Messina sceglie di farlo giocare solo 12′ viste le fatiche contro l’Olympiacos e il Real Madrid

RODRIGUEZ 7.5: Minimo sforzo, massima resa per El Chacho. Due triple pazzesche (+2 tiri liberi) e 3 assist in 9′ scarsi.

TARCZEWSKI 7.5: Gara molto buona in cui ha la possibilità di catturare svariati rimbalzi. A tratti, stranamente “in difficoltà” nell’accoppiamento con Cervi

BILIGHA 6.5: In campo solo nella seconda metà di gara, penalizzato da qualche ingenuità ma riesce a ritagliarsi uno spazio nella corazzata milanese.

CINCIARINI 7.5: Protagonista soprattutto nel finale di gara di cui si prende in carico la gestione.

SHIELDS 9: Percentuali impeccabili per lui che si conferma di fondamentale importanza per l’Olimpia. Ma ciò che impressiona di più sono i 7 assist e i 4 rimbalzi difensivi, segno della sua capacità di fare la differenza su entrambi i lati del campo

BROOKS 5.5: Fa il suo nel silenzio (4 assist) ma ancora lontano dal giocatore che siamo abituati a veder giocare (soprattutto in 20′)

HINES 6: Voto politico. Praticamente “non necessario”. Messina sceglie di non rischiarlo, né farlo affaticare, facendolo giocare per soli 5′.

DATOME 6.5: Il grande ex di giornata. Si scrive a referto nonostante, anche lui, faccia parte di quel gruppo di giocatori che il coach sceglie di non rischiare troppo.

VIRTUS ROMA

BucchiCOACH BUCCHI 7: Paziente e meticoloso, più di altre volte, soprattutto quando di fronte hai una corazzata d’Eurolega. Prova a interrompere le strisce positive di Milano e concede minuti importanti e fiducia a tutti, in vista anche della prossima settimana.

HADZIC 6: 4 punti, tutti nel finale di gara di buon auspicio per una fiducia che, man mano, può trovare, soprattutto nella metà campo offensiva.

BIORDI 5.5: Tra i giganti fatica, indubbiamente. Ma il carattere è quello giusto e sa qual è il suo ruolo, spendendo anche un fallo di troppo, a protezione degli altri.

BEANE 6 – : A tratti, una scheggia impazzita, a tratti, una gran faccia tosta. Gli manca un po’ di costanza per essere realmente pericoloso

CAMPOGRANDE 5.5: Manca il suo contributo offensivo, anche perché è spesso costretto a ricoprire un ruolo che poco gli appartiene. In compenso cattura 4 rimbalzi e regala qualche assist ai compagni

BALDASSO 6.5: Impossibile riprodurre la prestazione spaziale di domenica scorsa, si conferma sempre di più nel ruolo di playmaker. I 6 assist raccontano la buona gestione della squadra; i 9 punti arrivano da tiri ben costruiti. Qualche errore di troppo

CERVI 6.5: Ottimo impatto del centro di Roma che è molto preciso al tiro e riesce a infastidire Tarczewski in qualche situazione di gioco.

TELESCA: s.v. 

HUNT 7: Decisamente più lucido e prestante, avendo completamente recuperato dal fastidio fisico della scorsa settimana. Di certo, si trova davanti i peggiori avversari del campionato ma riesce a farsi valere.

ROBINSON 6.5: Porta casa la cosiddetta pagnotta, nonostante il suo scorer sia stato maturato soprattutto nel finale. Molto più presente delle ultime due gare ma ancora troppo in sordina per tratti troppo lunghi.

FARLEY: s.v.

WILSON 5.5: Più nervoso rispetto alle scorse uscite, commette qualche imprecisione di troppo che limitano il suo potenziale offensivo.

Clicca qui per il boxscore completo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.