Milano supera la Virtus nel finale: l’Olimpia riprende la corsa, bianconeri ancora KO alle ultime curve

Serie A Recap

EA7 Emporio Armani Milano – Virtus Segafredo Bologna: 72-64

(13-15; 39-35; 54-55; 72-64)

Torna alla vittoria in campionato Milano dopo lo stop di Sassari. La Virtus incappa nella seconda sconfitta consecutiva, la terza su sei partite e tutte finite punto a punto. I bianconeri in attesa dal mercato dell’arrivo di un’ala grande per chiudere il roster, dimostrano ancora una volta di saper tenere il campo contro le prime della classe, ma di essere privi di un ultimo step decisivo. Incidono quindi sia le energie fisiche inferiori, sia una tendenza alla gelosia tra alcuni interpreti, quasi a voler dimostrare di poter vincere individualmente la gara. È successo così anche oggi nel finale, dove Bologna non ha trovato un canestro dal campo per gli ultimi 5 minuti, incaponendosi in isolamenti e giochi senza ritmo. Di questa situazione ne ha approfittato Milano per portare a casa due punti preziosi in classifica, arrivati dopo una lunga rincorsa. Nei primi tre quarti l’EA7 è rimasta a contatto grazie ad una marea di rimbalzi offensivi, per poi dare la spallata definitiva negli ultimi giri di orologio.

Tornando alla partita, dopo 2′ di polveri bagnate su entrambi i fronti è il grande ex Alessandro Gentile a muovere per primo il tabellone. Serve un’invenzione di Goudelock per trovare i primi punti dei padroni di casa, ma la Virtus continua a mettere in difficoltà l’Olimpia mantenendo la testa della gara fino al 13-15 del 10′. 

Nel secondo quarto Milano prova ad alzare l’intensità su entrambe le metà campo: ma se la difesa è sempre soddisfacente, l’attacco continua a scontrarsi contro le maglie bianconere. Con le prime rotazioni della panchina però Bologna fatica nella costruzione, e 3 palle perse consecutive nei primi secondi dell’azione concedono all’Olimpia altrettanti contropiedi facili. Gudaitis è il terminale preferito e le folate senza la difesa schierata consentono ai padroni di casa di avere il primo vantaggio della partita sul 26-25. Il più giovane dei Gentile prova a prendersi la squadra in spalla e a farsi perdonare le 4 palle perse con attacchi al ferro individuali, ma Milano in attacco trova ritmo e tantissimi rimbalzi offensivi (già 10 a metà) per rimanere col naso avanti sul 39-35 del 20′.

Dopo la pausa lunga il risveglio di Aradori porta al pareggio immediato a quota 39. Bologna trova una circolazione veloce ed efficace in attacco per un nuovo allungo sul 41-47. Theodore (due volte) risponde a Ndoja e Aradori con 4 triple consecutive equamente divise che non incidono sul divario, ma quando A. Gentile torna ad abbassare la testa e fare tutto da solo, l’Olimpia ritrova difesa e fiducia e il nuovo sorpasso con Goudelock sul 54-53. È ancora Aradori il faro delle Vu Nere e con un viaggio in lunetta lucrato di esperienza firma il 54-55 del 30′.

Ad inizio ultimo quarto Gudaitis è una furia, e tra difese, palle rubate e soprattutto punti ribalta nuovamente l’inerzia (60-56). Nel momento migliore del suo lungo però Pianigiani lo richiama in panchina e Slaughter può banchettare nell’area trovando la parità. Si entra così nei 4 minuti finali in totale equilibrio e dopo un paio di minuti di totale sofferenza Cusin trova una stoppata da highlights e un grande canestro in allontanamento. Pianigiani però lo toglie dalla contesa nel suo momento di gloria (scatenando la sua rabbia in panchina) per reinserire Gudaitis. Dall’altra parte della barricata la Virtus come nelle precedenti uscite si affida troppo alle azioni individuali, senza più trovare il fondo della retina per più di 5 minuti. Un’eternità che permette ad uno step back di Goudelock a 60 secondi dalla fine di suonare come giocata decisiva. I punti di margine sono solo 4, sul 68-64, ma Bologna non ha più le energie mentali per rimanere in partita e i due punti scivolano verso i biancorossi senza nuovi sussulti. Finisce 72-64 e il Forum può festeggiare la ritrovata vittoria.

EA7 Emporio Armani Milano: Micov 7, Pascolo 4, Fontecchio n.e., Cinciarini 8, Cusin 2, Abass n.e., M’Baye 0, Theodore 14, Jefferson n.e., Bertans 5, Gudaitis 16 Goudelock 16

Virtus Segafredo Bologna: Aradori 12, Lafayette 4, Ndoja 10, Umeh 5, Slaughter 11, Petrovic  n.e., S.Gentile 2, A.Gentile 20, Pajola n.e., Rosselli 0, Lawson 0

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.