Milano torna al successo nella notte di Meneghin: vittoria sul Maccabi nel segno di Scola

Coppe Europee Eurolega Home

AX ARMANI EXCHANGE MILANO – MACCABI FOX TEL AVIV 92-88
(21-21, 26-21, 24-22, 21-24)

Nella serata del ritiro della numero 11 di Dino Meneghin, torna alla vittoria Milano che controlla la gara ma non ha mai la forza per chiuderla definitivamente. Wilbekin fa impazzire la difesa di Messina ma nel finale Rodriguez e Brooks mandano i titoli di coda per la vittoria finale.

Milano parte contratta, con due palle perse consecutive che fanno subito arrabbiare coach Messina. Rodriguez inizia a giocare: 4 consecutivi e assist per Scola. Milano però non è continua e perde altri due palloni che regalano a Wilbekin e compagni due facili contropiedi. L’equilibrio regna comunque sovrano, con l’Armani che tenta di mettere la testa avanti con Nedovic ma le 6 palle perse nel primo quarto permettono agli israeliani di impattare sul 21-21 dopo i primi 10’. Non inizia bene per Milano il secondo quarto, con 5 punti consecutivi del Maccabi che costringono Messina al timeout sul 28-23 dopo 3 minuti. Torna in campo Rodriguez e Milano cambia marcia: tripla dello spagnolo, assist per Scola che fa 2+1 e l’Olimpia è di nuovo avanti. Il Maccabi cala l’intensità difensiva e Scola, dalla lunga distanza, segna il +6 milanese. Il Maccabi si aggrappa a Wilbekin, che con un gioco da 4 punti ricuce lo strappo: la partita vive di botta e risposta, Micov da una parte, ancora Wilbekin dall’altra. Milano riduce al massimo le palle perse (nessuna nel secondo periodo) e con il secondo quintetto in campo va sul +7 (massimo vantaggio nel primo tempo). Wolters sulla sirena scrive il 47-42 con cui si va all’intervallo.

Milano riparte forte: Micov dall’angolo, sul no look di Rodriguez, segna il +9 e il Maccabi sembra fuori dalla gara. Tarczewski, però, commette presto il terzo fallo e obbliga Messina a buttare nella mischia Biligha: il lungo della Nazionale fatica contro Black, che fa il vuoto a rimbalzo e riduce lo svantaggio. Brooks non ci sta e quasi da solo porta i suoi, per la prima volta, sulla doppia cifra di vantaggio: 58-48 a 6’ dalla fine del terzo periodo. Il Maccabi, dopo un timeout, chiude le viti in difesa; dall’altra parte Milano non fa lo stesso ed in un amen gli israeliani sono di nuovo a contatto 63-62 a 2’ dall’ultima pausa. Milano fatica anche in attacco, il Maccabi rimette la testa avanti ma Nedovic toglie le castagne dal fuoco e da 10 metri chiude il terzo quarto sul 71-64. Nedovic prima, Scola poi: 15-2 di parziale tra terzo e quarto periodo e timeout obbligato per il Maccabi dopo soli 50” di ultimo quarto. Milano ancora una volta non riesce ad essere continua: contro-parziale di 8-0 di Wilbekin e Dorsey che obbligano Messina al timeout sul 76-72 a 7’20” dalla sirena. Sprazzi da una parte e dall’altra, più errori che canestri e il Maccabi, con un super Wilbekin dalla lunga distanza, rimane a -4. Milano però c’è e in un amen, con due triple di Rodriguez e Brooks, torna sul +9: 87-77 a 150” dal termine. Ancora dall’arco, ancora un immenso Scola chiude i conti e Milano gestisce il finale e gli ultimi tentativi del Maccabi: vince l’Olimpia 88-82.

MILANO: Mack 5, Micov 13, Biligha 4, Roll 5, Rodriguez 18, Tarczewski 10, Nedovic 11, Cinciarini, Burns, White, Brooks 6, Scola 20. All. Ettore Messina

MACCABI: Bryant 4, Wilbekin 25, Acy 4, Hunter 6, Sandy, Avdija 2, Dorsey 14, Dibartolomeo 6, Wolters 8, Cohen 2, Black 13, Zoosman 4. All. Ioannis Sfairopoulus

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.