Trento scrive la storia! Sbancato il Forum di Milano e campioni d’Italia eliminati

Serie A Recap

EA7 Olimpia Milano – Dolomiti Energia Trento 82-102

(20-24; 23-22; 15-33; 24-23)

QUINTETTI

MILANO: Cinciarini, Hickman, Sanders, Pascolo, Tarczewski

TRENTO: Craft, Shields, Sutton, Gomes, Hogue

ASSENZE

Oltre alle solite assenze (Raduljica, Dragic, Simon per Milano; Moraschini, Baldi Rossi per Trento), arriva l’ennesimo guaio per l’Olimpia: Davide Pascolo sarà disponibile per la partita, ma sarà limitato da un problema al ginocchio.

STATO DI FORMA

Siamo arrivati ad una partita che per molti è già l’incrocio tra il paradiso e l’inferno: Trento ha in mano addirittura tre match point per poter chiudere la serie e realizzare così un incredibile upset a coronamento di una stagione finora straordinaria; Milano invece non ha scelta: nonostante nessuna squadra abbia mai rimontato dal 3-1 una serie di playoffs, i biancorossi devono dare una prova di forza e di tenuta mentale nelle prossime tre gare in un’ambiente che non ammette errori.

LA GARA

L’inizio è molto intenso e in perfetto equilibrio: Milano, guidata dal solito Cinciarini, prova a spingere in transizione, mentre i bianconeri giocano sulla difensiva con i recuperi e sulla lucidità degli attacchi al ferro di Sutton, nonostante la poca fortuna da fuori (11-11 dopo 4′); il n.2 di Trento si sente in fiducia e costringe Repesa al primo timeout alla terza palla persa dei suoi. Milano attacca affidandosi spesso alla prima soluzione con pochi risultati, mentre Sutton e Craft allungano per la Dolomiti sul 15-24, poi un minibreak di 5 punti costruito da Abass costringe Buscaglia al timeout. Il punteggio non si smuove in seguito, sul 20-24 dopo i primi 10′.

L’EA7 prova a prendere fiducia, ma la Dolomiti risponde colpo su colpo tenendo i due possessi di margine poi Hogue firma con un gran canestro il 25-33; Trento amministra bene il vantaggio, poi con l’ingresso di Cerella, Milano alza l’intensità difensiva e Mclean prova a farsi sentire sotto le plance riportando i suoi a -3 (34-37) per il nuovo timeout di Buscaglia. Sanders si alza con cinque punti di fila e firma il pareggio a quota 39 e la partita torna in equilibrio: gli errori al tiro e qualche palla persa tengono aperta la gara, poi Sutton da sotto lancia ancora i suoi a +5 (41-46), infine ancora Sanders chiude il primo tempo sul 43-46.

Gli ospiti aprono la ripresa giocando in velocità con Shields e subito scrivono il 46-53 che spinge Repesa al timeout; Craft rompe la difesa milanese a suon di penetrazioni e Sanders risponde dall’arco con tiri senza ritmo tenendo alto il livello della sfida, ma la differenza la fa Hogue che che porta i suoi a +8 a metà periodo (53-61). Le sanguinose palle perse di Kalnietis e le azioni forzate rallentano il ritmo biancorosso e cresce la fiducia di Trento che vola con Shields e Flaccadori a +17 sul 53-70. La palla non entra, Milano perde la testa con falli per lo più di frustrazione, Trento sbaglia molto ai liberi ma recupera tanti palloni in difesa e continua a volare oltre i 20 punti di vantaggio e chiude il terzo periodo sul 58-79. Sullo sfondo un Forum che vive di fischi e silenzio per una Milano affossata e demoralizzata. I padroni di casa attaccano a testa bassa con scarsi risultati, ma Trento non cede un centimetro e controlla nonostante la rabbiosa reazione di orgoglio nelle giocate dei singoli della formazione di Repesa: i bianconeri toccano quota 100 e sbancano il forum riscrivendo la storia eliminando i campioni d’Italia di Milano per 4-1 e raggiunge la finale.

SVOLTA DELLA PARTITA

All’incirca a metà del terzo quarto dove Trento punisce la frustrazione mentale di Milano con i canestri che fanno il vuoto oltre il +15 e lanciano i bianconeri verso la volata finale.

MIGLIORI IN CAMPO

MILANO: Rakim Sanders, primo violino dell’attacco, mette tanti tiri importanti purtroppo esce solo in questa gara5 con 25 punti.

TRENTO: Dominique Sutton, indomabile sin dalla palla a due chiude la sua partita monumentale con 25 punti, 6 rimbalzi, 4 assist, 4 recuperi e 6 falli subiti per un 32 di valutazione

PEGGIORI IN CAMPO

MILANO: Mantas Kalnietis, le sue palle perse nel terzo quarto costano partita, serie e campionato.

TRENTO: /

TABELLINI

MILANO: Mclean 7, Fontecchio 3, Hickman 5, Kalnietis 5, Macvan, Pascolo, Tarcweski 11, Cinciarini 8, Sanders 25, Abass 12, Cerella 6

TRENTO: Sutton 26, Craft 14, Forray 9, Flaccadori 14, Gomes 3, Hogue 17, Lechtaler 2, Shields 17, Conti, Lovisotto

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.