Milano-Varese, le Pagelle: Goudelock e Theodore trascinano l’Olimpia, Hollis e Waller sugli scudi per Varese

Home Pagelle Serie A

EA7 OLIMPIA MILANO

Goudelock 7.5: ottima prova offensiva per la guardia ex Maccabi e Fenerbahce, a tratti immarcabile nella prima uscita casalinga dei milanesi. 21 punti per lui, con 8/9 da due, 5/6 dalla lunetta (ma 0/4 da oltre l’arco), 5 falli subiti e anche 4 rimbalzi, per un totale di 25 di valutazione. Qualche sbavatura di troppo in difesa.

Micov 6: sufficienza stiracchiata per il neo n°5 milanese. L’ex Cantù si limita al compitino, con 7 punti a referto e un atteggiamento non proprio positivo.

Fontecchio 6: sufficienza anche per il giovane Fontecchio, utilizzato solo 7 minuti in cui produce 3 punti (e 2 palle perse).

Cinciarini 4.5: un’altra brutta prova per il capitano dell’Olimpia, che in 10 minuti di gioco non riesce mai a risultare positivo. Troppa frenesia e idee confuse per l’ex Reggio Emilia, che lo costringono presto alla panchina (0 punti con un solo tiro tentato da tre punti, 2 palle perse).

Cusin 6.5: colpito dall’influenza negli ultimi giorni ma comunque arruolabile, il centro della Nazionale torna utile alla causa dimostrando voglia e grinta sotto i tabelloni. Prova piuttosto positiva per lui in soli 13 minuti di utilizzo (2 punti, 2 rimbalzi, 1 stoppata data e tanta sostanza).

Abass NE: problemi ai flessori per il n°23, non entrato in campo.

M’Baye 6.5: un passo indietro dopo le buone prove di Cremona e quelle in Supercoppa. 7 punti, 3 rimbalzi e 1 stoppata data. Rivedibile in difesa in alcune occasioni.

Theodore 8: dopo un primo tempo silenzioso dove lascia spazio a Goudelock, l’ex Banvit si scatena e a suon di canestri mette in difficoltà la difesa varesina. Il referto recita 21 punti con 6/10 da due, 3/6 da tre, 3 rimbalzi e 3 recuperi per un totale di 18 di valutazione. E’ lui a chiudere la partita nel minuto finale di gioco.

Jefferson 5.5: ancora una volta è sembrato uno dei più spaesati tra le file milanesi. Un passo in avanti rispetto a Cremona l’ha fatto, ma a Milano serve ben altro. 4 punti ed altrettanti rimbalzi in 16 minuti di utilizzo.

Bertans 5.5: anche il lettone stecca la partita. 2 punti e 4 rimbalzi. Non è questo il Bertans che tutti conoscono. Vero però che i compagni non lo servono come dovrebbero.

Gudaitis 7: ancora una volta uno dei più solidi per i bianco-rossi. 7 punti e 8 rimbalzi in 27 minuti. Anche qui vale lo stesso discorso fatto per Bertans: se i compagni lo servissero nel momento giusto potrebbe risultare ancora più incisivo.

Pianigiani 6: il gioco di squadra è ancora in fase di costruzione. Preoccupanti i soli 7 assist dei meneghini. Da rivedere l’approccio di alcuni dei giocatori (Micov, Bertans e Jefferson su tutti), sia in attacco che in difesa. Occhio all’Eurolega, dove non si può sbagliare.

 

OPENJOBMETIS VARESE

Avramovic 6: discreta prova per lui, 5 punti in 8 minuti e tanta sostanza.

Pelle 6: 11 minuti e 0 punti per lui. Buona prestazione difensiva con 2 stoppate date, fatica in attacco dove non riesce mai a trovare soluzioni contro i più grossi milanesi.

Natali 6.5: buona partita per il giocatore proveniente dalla Junior Casale, che regge il colpo dinanzi a profili del calibro di Goudelock e Micov. Il suo referto recita 5 punti, 2 rimbalzi ed altrettanti assist in 16 minuti di gioco.

Okoye 7: uno dei migliori dei suoi. 14 i punti messi a segno. Commette 5 falli e lascia la partita nel momento decisivo.

Tambone 6: gara senza infamia e senza lode per lui, 2 punti e 3 assist.

Cain 6.5: un fattore sotto le plance dove riesce a catturare 11 rimbalzi (5 offensivi). E’ proprio grazie al suo apporto a rimbalzo che Varese rimane aggrappata alla partita nel secondo tempo.

Ferrero 5.5: parte in quintetto e va in calando nel corso della partita. Poco incisivo nei suoi 16 minuti di utilizzo (4 punti, 0/1 da due, 1/3 da tre, 1/4 ai liberi).

Wells 6.5: partita altalenante ma buona nel complesso per lui, con 11 punti, 4 assist e 2 rimbalzi messi a referto. Cattive percentuali da due (2/10), migliori da oltre l’arco (2/3).

Hollis, qui in maglia Leonessa Brescia

Waller 7.5: vera spina nel fianco della difesa milanese, fa impazzire Goudelock in svariate occasioni e in attacco risulta fondamentale. I palloni che Cain acchiappava a rimbalzo, Waller li trasformava in canestri (14 punti).

Hollis 7: rimbalzi, canestri e faccia tosta. L’ex Benfica e Leonessa si guadagna i minuti in campo nel secondo tempo a suon di punti e sportellate (13+8 rimbalzi).

Caja 7: Varese non sfigura affatto dinanzi ad una squadra dal roster nettamente migliore. Difesa solida e idee chiare in attacco, con Waller, Wells, Okoye e Hollis terminali offensivi di assoluto valore.

 

 

  •  
  •  
  •  

1 thought on “Milano-Varese, le Pagelle: Goudelock e Theodore trascinano l’Olimpia, Hollis e Waller sugli scudi per Varese

  1. Milano ancora indietro come concetto di squadra. Inevitabile con l’ennesima rivoluzione, e con un solo mese di squadra al completo.Al momento ci sono 3 blocchi distinti formati dalla coppia Theodore-Goudlock, i lunghi e la coppia Bertans-Micov.I primi due sono quelli più in palla, mentre i lunghi  sono ancora poco serviti. Il miglioramento del gioco di squadra passa dal miglioramento di Bertans e Micov. Sono i due equilibratori del gioco di Pianigiani.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.