micov

Milano versione diesel: ingrana dopo ma batte una combattiva Pesaro

Serie A Recap

VUELLE PESARO 81 – OLIMPIA MILANO 88

(31-14; 10-22; 20-26; 20-26)

Match molto importante quello andato giocato alla Vitrifrigo Arena di Pesaro tra la VL Pesaro e Milano. I padroni di casa, con il netto ko contro Trieste, hanno visto allontanarsi il sogno playoff, privi anche di Carlos Delfino. Per la squadra di Messina, invece, vincere la partita varrebbe un passo importante verso il primo posto in campionato, vista anche la complicata situazione Covid di Brindisi. L’Olimpia tiene fuori Hines, Rodriguez e Delaney per turnover, in vista anche della trasferta sul campo del Bayern Monaco per gara 3 dei playoff di Eurolega.

La VL Pesaro inizia bene, grazie alle solite ottime percentuali dall’arco e tenta il nuovo assalto nel terzo quarto. L’Olimpia, con un’ottima difesa nel secondo e quarto periodo, replica e fa valere la propria superiorità. Milano alterna i propri protagonisti tra Shields, Micov e Leday, senza dimenticare il contributo difensivo di Biligha e Cinciarini. A Pesaro non bastano le fiammate di Robinson e Drell.

CRONACA

Parte molto forte Pesaro che, affidandosi alle percentuali da dietro l’arco di Filipovity e Drell, ingrana bene. Roll risponde in modo convincente e tiene Milano a contatto. Micov accorcia le distanze e riposta i suoi a un possesso di ritardo, immediatamente cancellato dalle giocate di Cain. La squadra di Repesa inizia una pioggia di triple sulla difesa debole dell’Olimpia (Robinson, Drell e Filloy per due volte) che valgono il +17 in un attimo. Punter e Biligha provano a rientrare ma il primo quarto termina 31-14.

In avvio di secondo periodo Milano mette in campo un’energia difensiva diversa che permette di costruire ottimi tiri in attacco a Shields e Micov. L’Olimpia firma il mini break di 2-10. Zanotti e Cain continuano a giganteggiare sotto le plance ma Pesaro si ferma con i canestri dal perimetro. Botta e risposta tra Shields e Filloy, vinto dall’ex Baskonia che, sulla sirena, piazza la tripla del 41-36.

Nella ripresa si riaccendono Drell e Filipovity che rilanciano per la VL. Roll e Cinciarini limitano i danni e tornano a due possessi di ritardo ma Robinson si scatena ancora da dietro l’arco e riporta i suoi a +12. Si scuote Leday, dopo un avvio complicato, e si carica Milano sulle spalle. Il classico 3+1 di Punter e la tripla di Roll completano la rimonta, poi i tiri liberi di Biligha chiudono la terza frazione 61-62.

Shields e Micov lanciano l’Olimpia e paralizzano l’attacco di Pesaro. Cain sblocca i suoi dopo 4’, poi Robinson e Tambone piazzano una nuova fiammata che vale il -1. Leday continua a costruire per l’attacco meneghino ma Massenat impatta con un 2+1 sul 76-76 a 2’30”. Micov e Leday ricacciano indietro con due triple pesantissime che valgono il +6. Ancora Massenat a siglare il -3 a 22” dal termine. Roll e Leday però sono glaciali da dietro l’arco e chiudono il match 81-88.

TABELLINI

VL PESARO: Drell 16, Massenat 10, Filloy 12, Cain 9, Robinson 20, Tambone 5, Mujakovic n.e., Eboua, Serpilli, Filipovity 5, Zanotti 4

Coach Repesa

OLIMPIA MILANO: Punter 6, Leday 22, Moretti n.e., Micov 15, Moraschini, Roll 14, Tarczewski 1, Biligha 7, Cinciarini 5, Shields 16, Brooks 2, Datome

Coach Messina

Clicca qui per il boxscore completo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.