Molte tifoserie di Serie B protestano per l’organizzazione dei gironi

Minors

Molte tifoserie di Serie B si sono lamentate per l’organizzazione dei gironi di Serie B perché, secondo il loro punto di vista, non potranno seguire i propri beniamini in trasferta poiché i chilometri da percorrere sarebbero troppi.

Appreso l’ufficiosità dei gironi di serie B, le tifoserie organizzate VGRB CECINA, GUASTATORI CECINA, DUNKERS VALSESIA,MAREA GIALLOBLU PIOMBINO,BRAVI RAGAZZI PIOMBINO,ULTRAS SETTORE GREEN PALERMO,GRUPPO PAMPERO FIRENZE,YOUTH MONTECATINI,OLD LIONS MONTECATINI,CURVA MATTEO BORTOLAZZI OMEGNA,SCALMANAI DA VLESC OLEGGIO,OLIMPO NATION ALBA E LE SOCIETÀ CESTISTICA TORRENOVESE e COSTA D’ORLANDO BASKET DICONO NO AL GIRONE PROPOSTO DALLA LEGA.
A noi tifosi viene meno il diritto di poter seguire la nostra passione e poterci godere lo spettacolo che le nostre squadre mettono in campo ogni domenica. Lo sforzo economico che sosteniamo da anni è già molto alto, non possiamo permetterci che ogni trasferta voglia dire dalle 2 alle 4 ore di aereo o 5 ore di automobile. Per le società che già fanno, tutti i mesi, i conti con spese di gestione sempre più alte, è improponibile pensare di poter ammortizzare trasferte sempre più lontane. Con questo girone frazionato dalla Svizzera alla Sicilia non vince nessuno, ma ci perde il Basket Italiano. Chiediamo alla Lega Pallacanestro Italiana di rivedere la propria posizione e creare dei gironi più fattibili per le tifoserie e per le società.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.