Mondiali, Stati Uniti campioni: polverizzata la Serbia!

Home

USA – SERBIA 129-92

MADRID

(35-21, 67-41, 105-67, 129-92)

 

cd0ymzcznguwzdbhnduynddiytjhm2yyzthlmtjjotqwyyznptmzmgq4mde1ztvjzgrhmguyyjkzngq0ntdindq1mdji1-e1407077546938Era la super favorita e alla fine ha rispettato i pronostici. Ritmi subito altissimi all’inizio del match e con un continuo botta e risposta Usa e Serbia arrivano sul 5-5: poi la difesa americana si addormenta e la Serbia grazie a Teodosic e Kalinic allunga e arriva sul +7 (5-12 a 6’ dalla fine del primo quarto). Harden non ci sta e con 6 punti consecutivi (gioco da tre punti e tripla) riporta team Usa arriva sul 15-15. La Serbia stacca la spina e Irving in contropiede piazza il primo vero allungo americano a 3’ dalla fine dei primi 10 (22-15). Sale in cattedra Cousins che, con Davis in panchina con problemi di falli, prima stoppa Raduljika e poi segna il jumper del +8. Gli americani dalla lunga distanza sono caldissimi e con le triple di Irving (15 punti solo nel primo quarto) e Thompson chiudono il primo quarto 35-21.Gli Stati Uniti ricominciano da dove avevano lasciato e Thompson segna ancora dalla lunga (6/6 da 3 punti team Usa). La Serbia recupera un bel pallone e Teodosic segna il -14; l’energia degli americani è impressionante e la Serbia si affida soltanto al suo play-maker. La Serbia è ingenua e regala a Faried la schiacciata del +19. Gli Stati Uniti volano è neanche a metà del secondo quarto hanno già segnato 45 punti (45-26 il punteggio). La partita rischia di finire molto prima del previsto: Rudy Gay segna 5 punti consecutivi e nonostante i problemi di falli per i lunghi team Usa vola a +24, grazie anche all’ennesima tripla di Irving. Il canestro degli Stati Uniti sembra molto più largo: entrano tutti i tiri; Curry con una tripla in transizione piazza il +27 a 1’38’’ dalla fine del quarto. L’intensità difensiva di harden-usa-storyteam Usa è ai massimi livelli e la Serbia è completamente out: 67-41 all’intervallo lungo con Harden a 17 punti e Irving a 18. A inizio terzo quarto la Serbia prova timidamente a rientrare con un gioco da tre punti di Kalinic; si scaldano gli animi e gli arbitri fischiano un antisportivo a Raduljika che frutta il +32. Cousins è attivissimo in attacco e in difesa: stoppa Bogdanovic e fa 3/4 ai liberi e team Usa amministra l’ampio vantaggio. Irving domina completamente il match e con un’altra tripla sulla zona serba riporta gli americani sul +32 (91-59). Negli Stati Uniti non sbaglia nessuno: DeRozan si alza dalla panchina e segna 7 punti consecutivi che siglano quota 100 sul tabellone; poi Davis sigla il +39 (104-65). Termina il terzo quarto e il vantaggio americano è sempre più ampio: 105-67. L’ultimo quarto è puro “garbage time”: anche DeRozan segna dalla lunga distanza, Rudy Gay non abbassa i ritmi e il punteggio dice ancora Serbia a -40 (119-79). La Serbia vuole finire a testa alta e regala spettacolo con un alley-up di Teodosic per Kalinic. Teodosic, Raduljika, Bogdanovic e Krstic escono definitivamente dal Mondiali tra gli applausi di tutta l’arena di Madrid. Nel finale si sveglia anche Drummond che segna 6 punti consecutivi e Plumlee che si iscrive al tabellino con 1 tiro libero. Segnano proprio tutti tra gli americani tranne Rose. Finisce 129-92, team Usa è CAMPIONE DEL MONDO. Finale mai in discussione dopo 3’ del primo quarto.

 

Kyrie+Irving+Team+USA+Showcase+cpPLZ0FzuNTlUSA: Curry 10, Thompson 12, Rose /, Faried 12, Gay 11, DeRozan 10, Irving 26, Plumlee 1, Cousins 12, Harden 23, Davis 7, Drummond 6.

Rimb. Cousins 9. Assist: Rose 6.

SERBIA:  Teodosic 10, Simonovic /, Jovic 6, Bogdanovic 15, Bjelica 18, Markovic 3, Kalinic 18, Krstic 4, Bircevic /, Raduljika 9, Katic 2, Stimac 7.

Rimb: Markovic 6. Assist: Teodosic 7.

 

USA CAMPIONE DEL MONDO 2014

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.