NBA, ascolti tv in picchiata in questo avvio di stagione

Home NBA News

La NBA perde nettamente terreno in tv negli Stati Uniti. A certificarlo i primi dati sugli ascolti diffusi da The Business Journal che parlano di un -23% per TNT rispetto alla scorsa stagione, mentre ESPN fa poco meglio ma perde comunque il 23% degli ascolti.

Non vanno molto meglio le tv locali che fanno registrare un calo complessivo del 13%. In questo caso però vanno fatti dei distinguo, dato che la realtà è estremamente variegata e mostra dati diametralmente opposti da regione a regione. A perdere maggiormente terreno è NBC Sports Washington che fa registrare un -57% per le partite degli Wizards, molto male anche NBC Sports Bay Area che risente della prima stagione negativa, dopo tanti anni, degli Warriors, che nelle scorse stagioni avevano fatto il botto anche in tv. A contenere in piedi il calo delle emittenti regionali c’è FS Florida che, grazie agli Orlando Magic, incassa un clamoroso +125%; sorride anche FS Southeast con gli Hawks (+ 43%).


Gli analisti prevedono che questi dati migliorino con il prosieguo della stagione e l’aumento dell’interesse delle partite ma negli Stati Uniti il modo di fruire degli eventi sportivi è cambiato molto più rapidamente che in Italia e le varie Over The Top sono già realtà consolidate.

Oltre a questo una serie di motivazioni maggiormente legate al campo: in primis il crollo di Golden State (che è stata un fenomeno mediatico con pochi precedenti), gli infortuni di diverse star e fenomeno del load management. Da tenere in considerazione, inoltre, che il raggrupparsi di diverti top player in alcune squadre, potrebbe aver fatto perdere interesse per altre franchigie, i cui tifosi si sarebbero ritrovati senza idoli da seguire.

Di sicuro negli uffici della NBA questi dati saranno (stati) oggetto di analisi approfondite.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.