NBA Kyrie Irving Islam

NBA – I Brooklyn Nets non sanno ancora cosa fare con Kyrie Irving

Home NBA News

L’ottimismo che circolava fino a qualche giorno fa su una prossima vaccinazione di Kyrie Irving ora è totalmente svanito. Con l’inizio della preseason e la ferma decisione del giocatore di non vaccinarsi, i Brooklyn Nets hanno solo due settimane scarse per decidere come muoversi. Il rischio, se non dovesse cambiare nulla, è di dover giocare oltre la metà delle partite senza una delle loro tre stelle. Irving, in totale, perderà quasi 18 milioni di dollari, ai quali andrà aggiunto il salario dei Playoff, che dipende da quante partite i Nets disputeranno.

Secondo ESPN, i Nets non avrebbero ancora deciso se “accettare” Irving come giocatore part-time per questa stagione. Significherebbe pagarlo meno, ma creerebbe parecchi problemi di chimica di squadra. Basti pensare che tra novembre e dicembre Brooklyn ha in programma solo 6 trasferte su 26 partite: praticamente Irving non sarebbe mai presente, e non potendosi nemmeno allenare nella maggior parte dei casi, anche quando giocherebbe lo farebbe senza aver condiviso il campo coi compagni per oltre una settimana. Ecco che allora non è da escludere che alla fine i Nets accantonino del tutto Irving, a meno che non si vaccini.

Tutti temi dei quali il GM Sean Marks e coach Steve Nash devono tenere conto, per non “buttare” una stagione che vede i Nets favoritissimi. Probabilmente la franchigia, anche alla luce dei problemi comportamentali dell’anno scorso, vedrebbe di buon occhio una cessione di Irving, strada però al momento non percorribile per via del suo stretto rapporto con Kevin Durant. Quando i Nets avevano parlato con i Sixers di una trade per Ben Simmons, era stato proprio il parere contrario di KD a bloccare tutto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.