toronto raptors siakam

NBA – I Toronto Raptors hanno umiliato gli Warriors orfani di Curry

Home NBA News

Ai Toronto Raptors mancava Kyle Lowry, ai Golden State Warriors invece Steph Curry, ma la partita di stanotte è stata a senso unico. I canadesi hanno vinto 130-77, il successo più ampio della storia della franchigia e contemporaneamente KO più netto di sempre per gli Warriors.

Non solo: nel terzo quarto, finito 46-14, i 32 punti di divario sono il record dei Raptors per differenza punti in un quarto. Allo stesso tempo sono anche un record negativo, speculare, nella storia degli Warriors.

Gli Warriors sono stati sotto anche di 60 punti, hanno subito 81 punti tra secondo e terzo quarto (segnandone 30) e tirato complessivamente col 33% di squadra dal campo. È crisi vera per i californiani, ora 1-7 senza Curry che è stato tenuto a riposo nel back-to-back per il recente infortunio al coccige. Golden State ha perso inoltre 11 delle ultime 15 e rischia pericolosamente anche la qualificazione al Play-in.

Pascal Siakam è stato l’MVP della gara con 36 punti, seguito da Gary Trent Jr con 24. Quest’ultimo ha inoltre avuto il secondo plus/minus più alto della storia NBA da quando se ne tiene conto, ovvero dal 1997. Il +54 di Trent contro Golden State è infatti secondo solo al +57 di Luc Mbah A Moute nel 2017.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.