harden rivers

NBA – James Harden e quelle parole dopo Gara-6, rottura con Doc Rivers?

Home NBA News

James Harden è stato da molti indicato come il principale responsabile dell’eliminazione dei Philadelphia 76ers contro Miami. Il Barba, arrivato a febbraio in cambio di Ben Simmons, doveva rendere la franchigia una contender, ma in realtà non è cambiato molto. Harden ha segnato solo 18.6 punti di media, con percentuali tra l’altro rivedibili, nei Playoff, non brillando anche quando Joel Embiid è stato costretto a rimanere fuori. Il centro dei Sixers ha parlato dopo Gara-6 del modesto impatto di Harden nella serie, dicendo che “non è più quello di Houston”.

Ma lo stesso Harden, davanti ai giornalisti, ha dato qualche segnale di rottura con Doc Rivers. Proprio il coach, dopo l’eliminazione, si era impettito, respingendo le accuse e dicendo di aver fatto un ottimo lavoro. Il suo posto sicuramente non è saldo e qualcosa potrebbe cambiare in queste settimane. La sensazione è che il Barba non si opporrà di certo ad un licenziamento di Rivers. In conferenza stampa, interrogato sui soli 2 tiri presi nel secondo tempo di Gara-6, Harden ha risposto: “Abbiamo giocato i nostri attacchi, ma la palla non mi arrivava mai”.

Harden ha rassicurato tutti, dicendo che l’anno prossimo sarà ancora a Philadelphia e suggerendo quindi che sfrutterà la Player Option da 47 milioni di dollari sulla prossima stagione. “Sarò qui. Farò qualsiasi cosa per permettere a questa squadra di continuare a crescere, migliorare e fare le cose necessarie per competere al livello più alto”.

Quando però si è trattato di commentare se Doc Rivers avesse disegnato degli schemi per lui, il giocatore ha preferito glissare, non rispondendo. Un altro segnale chiaro di come Harden non abbia gradito la gestione dell’allenatore.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.