james harden larry bird

NBA – James Harden spiega perché non sta segnando 30 o 40 punti

Home NBA News

James Harden è una delle grandi delusioni di questa prima settimana di stagione regolare. La stella dei Brooklyn Nets, partiti 2-3, sta segnando solo 16.6 punti di media, suo peggiore score dal secondo anno in NBA. Non solo: sta tirando col 36% dal campo, peggior dato in carriera, e col 33% da tre. A questo si unisce l’incredibile minor numero di tiri liberi che gli vengono assegnati a causa delle nuove regole. Harden in cinque gare ne ha tirati solo 15 in totale, segnandoli tutti tranne uno. I 3.0 liberi di media tirati sono meno della metà di quelli della scorsa stagione (7.3 a partita).

Il massimo che è riuscito a fare Harden in queste prime partite è segnare 20 punti, in entrambe le prime due uscite stagionali. Dopo la sconfitta di ieri notte contro Miami, nella quale il Barba ha chiuso con 14 punti, 7 rimbalzi, 7 assist e 4/12 dal campo, il giocatore dei Nets in conferenza stampa ha provato a spiegare il perché dei suoi numeri così bassi.

Per quanto voglia tornare a segnare 30 o 40 punti, non posso farlo. Per quanto mi piacerebbe, non ho avuto l’opportunità di allenarmi nella offseason. Ho fatto solo riabilitazione.

Ciò al quale si riferisce Harden è la riabilitazione dovuta all’infortunio muscolare subito durante gli scorsi Playoff, col quale il giocatore aveva provato a convivere per qualche gara senza evitare però l’eliminazione dei Nets contro i Bucks.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.