kareem abdul-jabbar lebron

NBA – Kareem Abdul-Jabbar attacca LeBron James dopo il meme sul Covid

Home NBA News

Kareem Abdul-Jabbar, da due anni a questa parte, nel mondo NBA è stato il miglior alleato di chi cerca di sensibilizzare gli americani sul Covid-19. La leggenda dei Los Angeles Lakers si è esposta più volte, cercando di convincere le persone a vaccinarsi e smontando qualsiasi opinione contraria a questa linea che arrivasse da giocatori della Lega. Ultimo proprio LeBron James, che qualche giorno fa ha condiviso un meme su Instagram col quale sembrava paragonare il Covid ad una normale influenza oppure ad un raffreddore.

Il meme di James ha trovato il favore di altri colleghi, fatto ancor più grave se si pensa all’influenza che atleti di questo calibro hanno su chi li segue. Abdul-Jabbar ha pubblicato sul proprio blog un articolo col quale ha smontato qualsiasi potenziale argomentazione di LeBron in questo senso e ha definito la pubblicazione di quella foto “un colpo alla sua legacy” di James.

LeBron James non è soltanto uno dei migliori giocatori di sempre, è anche impegnato ad essere un leader della comunità afroamericana nella lotta alle disuguaglianze. Ma il meme pubblicato giovedì, raffigurante tre Spiderman che si indicano a vicenda, uno soprannominato “Covid”, uno “influenza” e uno “raffreddore, col messaggio “Qualcuno mi aiuti, gente” è stato un colpo alla sua importante legacy. Quel che suggerisce quel meme è che la stella dei Lakers non capisca la differenza tra questi tre mali, nonostante tutte le informazioni siano state date dalla stampa. Beh, visto che lo ha chiesto, lasciate che gli spieghi io la differenza e come conoscere questa differenza possa salvare vite, specialmente nella comunità nera.

A proposito della confusione di LeBron, nessuno pensa che il raffreddore o l’influenza non siano qualcosa di serio. Nella stagione dell’influenza 2019-20, 400.000 persone sono finite in ospedale e 22.000 sono morte. Nel 2020, 385.428 persone sono morte di Covid-19 mentre, finora nel 2021, negli USA sono morte 423.558 persone di Covid-19, portando il totale a 808.986 morti. Gli esperti concordano sul fatto che il Covid-19 sia almeno 10 volte più letale dell’influenza. Per quanto riguarda invece il raffreddore, la morta è cosa assai rara.

Ad ogni modo, LeBron James, se sei preoccupato dall’influenza, allora aiuta a promuovere il vaccino contro l’influenza. Nella stagione dell’influenza 2019-20, solo il 51.8% degli americani si sono vaccinati. Ben al di sotto del 70% che sarebbe l’obiettivo. Ancora peggio, tra i neri il tasso di vaccinazione scende del 20%, come risultato abbiamo una loro ospedalizzazione più alta a causa dell’influenza rispetto a qualsiasi altra etnia. Questo a causa della diffidenza nei vaccini che il tuo meme promuove. 

Un modo per aiutare la comunità nera a superare questa esitazione e salvare delle vite è che celebrità e influencer neri continuino a incoraggiare chiunque a vaccinarsi e a fare i richiami. L’immunizzazione, che arrivi dai vaccini o dopo aver avuto la malattia, si indebolisce col passare del tempo e rende le persone vulnerabili per una nuova infezione.

LeBron è una voce critica dinamica e necessaria per quanto riguarda le violenze della polizia verso la comunità nera, deve esserlo allo stesso modo verso i vaccini, che potrebbero salvare migliaia di vite di persone nere in questo momento. Il razzismo è reale e letale in entrambi i casi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.