kevin durant

NBA – Kevin Durant spiega perché non gli interessa troppo dei titoli vinti

Home NBA News

Da quando ha lasciato Oklahoma City, nell’estate 2016, Kevin Durant è stato spesso accusato di aver cercato la cosiddetta “strada più semplice” per vincere titoli NBA. Prima con i Golden State Warriors, dove ha vinto i suoi unici due anelli finora, e anche ora con i Brooklyn Nets. I bianconeri, per i quali KD aveva firmato da free agent insieme a Kyrie Irving nell’estate 2019, negli ultimi mesi hanno aggiunto James Harden, Blake Griffin e LaMarcus Aldridge, formando un nuovo super team.

Intervistato da Rachel Nichols di ESPN, però, Kevin Durant ha dichiarato di non inseguire ossessivamente i trofei, contrariamente a quello che molti forse credono. La stella dei Nets ha ammesso solo di voler essere un ottimo giocatore, cosa che non si misura con la quantità di titoli vinti.

Non mi aspettavo di ottenere la felicità dalla vittoria di un anello. È come il finale di un film, lavori duro e tutti ti dicono che devi puntare a quello. La palla dorata [il Larry O’Brien Trophy, ndr] e gli anelli. Quindi mi sono concentrato su quello, sul dover vincere, e ho capito che sulla strada ci sono tantissimi fattori che non posso controllare. Quando ho vinto il mio primo anello la mia visione di questo gioco è cambiata, la cosa importante è in realtà il miglioramento. Quanto posso diventare forte? Non più “devo vincere il titolo”. Bensì quanto posso essere forte ogni volta che scendo in campo?

Perché ci sono giocatori che non fanno nulla in campo e vincono dei titoli. Ci sono giocatori che nemmeno giocano e si nascondono dietro la vittoria di un titolo. Io voglio essere un grande giocatore di basket, quello è il mio obiettivo. Non correre dietro a cose che hanno creato gli uomini, come un anello o una palla d’oro. Sono cose che apprezzo, certamente voglio vincere e provare quelle emozioni, ma non è l’obiettivo finale o il mio scopo quando gioco a basket.

 

LEGGI ANCHE:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.